Abu Dhabi Tour 2016: dopo il Mondiale, si resta nel deserto. Presenti Nibali, Viviani e Van Avermaet

ciclismo-elia-viviani-twitter-abu-dhabi-tour.jpg

La carovana del grande ciclismo mondiale resta in Medio Oriente: dopo il Mondiale di Doha, ci si sposterà negli Emirati Arabi Uniti per l’Abu Dhabi Tour 2016. La giovane creatura (questa sarà la seconda edizione) di RCS Sport sarà, di fatto, la corsa che chiuderà l’intera stagione del pedale. Tanti grandi nomi saranno al via della breve corsa a tappe che consterà di quattro frazioni, prevalentemente pianeggianti.

Non sarà in gruppo nessuno dei primi tre che composero la classifica generale della passata edizione. Esteban Chaves, colombiano della Orica-BikeExchange, l’anno scorso vinse grazie a una buona prestazione offerta nell’unica tappa di media montagna. Secondo posto per Fabio Aru e terzo per l’olandese Wout Poels. Le altre tre frazioni, perfette per i velocisti, se le aggiudicarono gli azzurri Elia Viviani (due volte) e Andrea Guardini. Anche quest’anno, gli organizzatori hanno optato per un percorso piatto dal punto di vista altimetrico con l’unica asperità che sarà rappresentata dalla Jebel Hafeet nella terza tappa, montagna alta più di 1000 m e situata in prossimità del confine con l’Oman. Particolarmente suggestiva sarà anche l’ultima frazione di 143 km da disputarsi interamente all’interno del circuito automobilistico di Yas Marina (sede dell’annuale GP di Formula 1) che, per questo, verrà ripetuto ventisei volte. In totale, i chilometri dell’Abu Dhabi Tour saranno 555.

Com’è facilmente intuibile dunque, vi sarà largo spazio alle cosiddette “ruote veloci” che avranno a loro disposizione tre tappe (la prima, la seconda e la quarta) con la terza che invece, presentando un arrivo in salita, sarà più adatta agli scalatori e probabilmente deciderà l’intera manifestazione. Avranno ambizioni di classifica il nostro Vincenzo Nibali (attualmente all’Astana ma prossimo a vestire la maglia del Bahrain-Merida), l’olimpionico belga Greg Van Avermaet (Bmc) ma anche Diego Ulissi (Lampre-Merida), il costaricano Andrey Amador (Movistar) e lo spagnolo Alberto Contador (Tinkoff). Protagonisti delle volate saranno invece alcuni dei corridori reduci dal Mondiale di Doha come gli azzurri Elia Viviani (Team Sky), Giacomo Nizzolo (Trek-Segafredo) e Jakub Mareczko (Wilier-Triestina), i tedeschi André Greipel (Lotto-Soudal) e John Degenkolb (Giant-Alpecin) e il britannico Mark Cavendish (Dimension Data).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter Abu Dhabi Tour

Lascia un commento

Top