Volley, Supercoppa Italiana 2016 – Oggi le semifinali: Modena aspetta Trento da amarcord, Perugia di Zaytsev sfida Civitanova

Juantorena-3-Civitanova-Pier-Colombo.jpg

Oggi inizia la stagione di volley maschile! Nel pomeriggio il PalaPanini di Modena sarà teatro delle semifinali della Supercoppa Italiana 2016: si preannuncia grande spettacolo tra le quattro corazzate che daranno vita nei prossimi mesi a uno dei campionati più equilibrati degli ultimi anni.

 

MODENA vs TRENTO – Il remake della finale della passata stagione e della finale scudetto 2015. Ormai un grande classico della nostra pallavolo. Soprattutto ora che Angelo Lorenzetti ha cambiato panchina: dopo aver vinto lo scudetto alla guida dei canarini, il coach si è trasferito all’ombra del Monte Bondone e ora affronterà da avversario il club emiliano.

I padroni di casa sono favoriti ma i dolomitici venderanno cara la pelle. Modena ha vinto la Supercoppa solo due volte (1997 e 2015) proprio come Trento (2011 e 2013).

I ragazzi di coach Roberto Piazza, ritornato in Italia per sedere sulla panchina dei Campioni d’Italia, si presentano rinforzati da un mercato estivo che ha portato in dote i due super centrali Holt e Le Roux: saranno loro due a dover fermare l’avanzata di Filippo Lanza, Tine Urnaut e soprattutto Jan Stokr, opposto ritornato a Trento e pronto a fare grandi cose. Allo schiacciatore della nostra Nazionale risponderanno la stella Earvin Ngapeth, il nuovo capitano Nemanja Petric e l’opposto Luca Vettori che giocherà una partita da titolare dopo la lunga estate in Nazionale.

Modena deve fare i conti con l’incognita Orduna, palleggiatore arrivato da Padova per sostituire Bruninho: vedremo subito come risponderà alla prima uscita in una grande squadra. In cabina di regia Trento ha l’uomo migliore: Simone Giannelli reduce da una super Olimpiade pronto per smistare su tutto il fronte d’attacco. Trento deve però scontare un’assenza importante: il centrale Van De Voorde è impegnato nelle qualificazioni agli Europei 2017 con il suo Belgio e dunque verrà sostituito da Mazzone che affiancherà Solé.

 

CIVITANOVA vs PERUGIA – La grande delusa della passata stagione contro la finalista scudetto che si è fatta grande sul mercato estivo. Chicco Blengini reduce dall’argento conquistato alle Olimpiadi ma anche da tre semifinali perse con la Lube contro Boban Kovac, a caccia di successi con lo squadrone allestito dal Presidente Sirci. Osmany Juantorena contro Ivan Zaytsev, le grandi stelle delle due squadre che andranno a caccia di un posto in finale.

Il rientro dello Zar in Italia ha scaldato la piazza umbra che in lui vede l’uomo capace di regalare i primi trionfi alla Sar. La Pantera invece ha mostrato in allenamento dei problemini alla schiena ma è pronto per fare la differenza. Zaytsev giocherà da opposto visto l’infortunio di Atanasijevic, che ha comunque già recuperato dall’operazione e potrebbe tornare in campo nelle prossime settimane.

Quella del serbo è l’unica defezione importante per Perugia mentre Civitanova si presenta incerottata: assente il palleggiatore titolare Christenson per infortunio (giocherà Corvetta), out anche lo schiacciatore Kaliberda (impegnato con la sua Germania nelle qualificazioni agli Europei 2017), non recupera Kovar a causa di un risentimento muscolare, l’obbligo di schierare almeno tre italiani in campo toglie la titolarità al libero Grebennikov che dovrebbe andare a referto come schiacciatore.

Sono proprio le tante assenze in casa marchigiana che fanno pendere l’ago della bilancia dalla parte di Perugia che potrà contare anche sul fortissimo palleggiatore De Cecco, su una coppia atomica di centrali composta da Birarelli e dal neo acquisto Podrascanin (ex della partita) e anche su due martelli di qualità come Aaron Russell e l’austriaco Berger.

Civitanova parte leggermente sfavorita ma attenzione all’opposto Tsvetan Sokolov, tornato in Italia per picchiare forte ancora una volta. Al centro ci saranno Cester e Stankovic, Cebulj è l’altro schiacciatore, Pesaresi il libero.

 

Lascia un commento

Top