Tuffi grandi altezze, Red Bull World Series 2016: in Galles vincono Navratil e Iffland

Hunt-Navratil-Jones-tuffi-grandi-altezze-foto-facebook-red-bull-cliff-diving.jpg

Complice il forte vento e le previsioni atmosferiche ancor peggiori per la giornata di domenica, la sesta tappa delle World Series di tuffi grandi altezze (27 metri) sponsorizzate dalla Red Bull si è disputata interamente nella giornata di sabato nel Blue Lagoon del sud-ovest gallese. E a sorpresa, nella gara maschile, ha vinto il ceco Michal Navratil, al primo successo della carriera dopo un lungo stop per un’operazione al ginocchio. 500.75 il punteggio dell’atleta fresco di matrimonio, che ha battuto il leader della classifica generale, il britannico Gary Hunt (496.60), e lo statunitense Andy Jones (473.85). Settimo l’azzurro Alessandro De Rose, 401.20 punti.

Non me lo sarei mai aspettato – le stupite parole di Navratil affidate al sito ufficiale del circuito -. L’operazione c’è stata di recente e non mi sono allenato per un mese intero. Volevo semplicemente tornare a gareggiare dopo l’intervento e vedere come sarebbe andata. Ho ripreso a fare esercizio fisico soltanto due settimane fa. Angy, la nostra fisioterapista, ha stabilizzato alla grande il mio ginocchio e dopo il primo tuffo mi sono sentito benissimo. È in quel momento che ho iniziato a dare al massimo, concentrandomi sulla gara. Sono davvero felice di aver conquistato la mia prima vittoria e di aver battuto il campione“.

Terza affermazione su quattro, invece, per la wildcard australiana Rhiannan Iffland, sempre più prima nella graduatoria e lanciata verso un titolo che a inizio stagione pareva per tutti utopia. Con 243.30 punti l’oceanica trionfa in Galles davanti alla canadese Lysanne Richard (219.90) e all’americana Cesilie Carlton, 218.25. “Credo che il mio segreto sia non stressarmi troppo – ha confessato la dominatrice del 2016 -. Lì sopra mi rilasso, e faccio il mio come se mi stessi semplicemente allenando. Ogni volta riesco a sorprendere me stessa, ad essere sincera. Ad ogni nuova gara mi ritrovo a credere che forse non andrà alla grande, ma una volta sulla piattaforma non penso ad altro, soltanto a divertirmi. Adoro questo sport“.

Nella classifica generale Iffland guida a quota 760, a +150 su Richard, mentre Hunt è a 900 con lo stesso margine sul messicano Jonathan Paredes. Prossima tappa a Mostar, in Bosnia Erzegovina, sabato 24 settembre.

Risultati UOMINI
1. Michal Navratil, CZE – 500.75 punti
2. Gary Hunt, GBR – 496.60
3. Andy Jones, USA – 473.85
4. Sergio Guzman, MEX – 466.65
5. Jonathan Paredes, MEX – 461.70
6. Steven LoBue, USA – 431.60
7. Alessandro De Rose (W), ITA – 401.20
8. Blake Aldridge, GBR – 396.75
9. David Colturi, USA – 282.30
10. Alain Kohl (W), LUX – 278.20
11. Orlando Duque, COL – 275.40
12. Miguel Garcia (W), COL – 266.80
13. Mat Cowen (W), GBR – 266.40
14. Artem Silchenko, RUS – 189.15

Risultati DONNE
1. Rhiannan Iffland (W), AUS – 243.30 punti
2. Lysanne Richard, CAN – 219.90
3. Cesilie Carlton, USA – 218.25
4. Rachelle Simpson, USA – 217.60
5. Adriana Jimenez, MEX – 199.40
6. Ginger Huber, USA – 214.40
7. Helena Merten, AUS – 205.35
8. Jaki Valente (W), BRA – 187.75
9. Tara Hyer-Tira (W), USA – 169.60

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Facebook Red Bull Cliff Diving

Lascia un commento

Top