Tiro a segno: gare miste a Tokyo 2020? Intanto il double trap rischia di uscire dalle Olimpiadi

Petra-Zublasing-Archivio.jpg

Come riporta il portale Clay-Shooting, il tedesco Henri Junghaenel ha reso noti sulla sua pagina Facebook i dettagli di un incontro tra Franz Schreiber, segretario generale dell’ISSF (Federazione Internazionale degli Sport di Tiro), ed alcuni membri del CIO (Comitato Olimpico Internazionale): sul tavolo possibili ipotesi e nuovi format di gara per le discipline di tiro a volo e tiro a segno.

A forte rischio sembra la posizione del double trap. La disciplina che ha visto Marco Innocenti conquistare l’argento a Rio 2016 potrebbe pagare lo scarso numero di partecipanti ed uscire definitivamente dal programma a Cinque Cerchi sin da Tokyo 2020. La gara verrebbe sostituita da una prova mista (un uomo ed una donna) di skeet o trap. La prima idea sarebbe di alternare le due discipline per ogni edizione dei Giochi, un po’ come accade nelle prove a squadre di scherma. In sostanza, facendo un esempio, a Tokyo potrebbe assegnarsi l’oro dello skeet misto e nel 2024 quello del trap. Una soluzione che pare non essere molto gradita ai tiratori.

Per quanto riguarda il tiro a segno, rischiano di scomparire dalle Olimpiadi la carabina a terra e la pistola da 50 metri, quest’ultima ritenuta quasi un doppione di quella da 10 metri. Anche in questo caso potrebbero spuntare delle gare miste, nello specifico per la carabina e la pistola 10 metri, anche se non va esclusa una commistione tra le due discipline.

Attualmente, a causa del numero esiguo di praticanti, è stata scartata l’introduzione di una prova con bersaglio mobile, mentre per il futuro si lavorerà all’introduzione di gare con raggi laser, anche se serviranno ancora diversi anni di sviluppo.

Va precisato che, per ora, la ISSF non ha rilasciato dichiarazioni o conferme relative alle ipotesi sopracitate.

Ricordiamo che Niccolò Campriani, qualche giorno fa, si era detto intrigato dal poter eventualmente disputare una gara mista con la compagna Petra Zublasing alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

federico.militello@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top