Tennis, Coppa Davis 2016: i fratelli Murray danno spettacolo, il doppio croato sorprende

profilo-twitter-Coppa-Davis-2016.jpg

Nella prima semifinale di Coppa Davis 2016 niente da fare per la squadra argentina nel doppio contro la rivale Gran Bretagna. A scendere in campo per i sudamericani, Juan Martin Del Potro e Leonardo Mayer. Dall’altra parte della rete i due fratelli Andy e Jamie Murray. Forte del 2-0 della giornata di ieri, il team guidato da Daniel Orsanic sperava di poter chiudere i giochi quest’oggi con un netto 3-0 che però non si è concretizzato, grazie ad un match fantastico disputato dai due scozzesi. Con oltre 3 ore di gioco i britannici portano a casa la partita in 4 set (6-1, 3-6, 6-4, 6-4). Nell’altra sfida tra Croazia-Francia, successo a sorpresa del doppio costituito da Marin Cilic/Ivan Dodig, vittorioso contro i numero 1 del ranking ATP Pierre-Hugues Hebert/Nicholas Mahut col punteggio di 7-6 5-7 7-6 6-3 in 3 ore e 52 minuti di gioco. Un successo che consente ai croati di ribaltare lo score del confronto, ora sul 2-1 a proprio favore.

ARGENTINA – GRAN BRETAGNA

1° SET – Parte malissimo l’Argentina che sembra essere mentalmente altrove durante tutta la prima frazione. Praticamente ingiocabile Jamie Murray che quasi da solo riesce a portare la Gran Bretagna sull’1-0 in appena 26 minuti di partita breakando due volte gli avversari sul loro turno di battuta. Niente da fare per il beniamino argentino, Juan Martin, che complice la stanchezza per il match di ieri durato 5 ore contro Andy Murray, non riesce a fare il suo gioco.

2° SET – L’Argentina cerca di riprendersi dalla batosta iniziale. Del Potro col suo servizio eccezionale comincia a martellare i due scozzesi. Dopo il primo turno di battuta, subito break agli avversari e in pochi minuti salgono sul 3-0. Da lì in poi i fratelli Murray tengono il servizio ma gli avversari sono praticamente ingiocabili e mantengono il loro vantaggio fino al 3-6. Oltre il 90% la prima di servizio dei due argentini che portano agilmente il set a casa in 44 minuti.

3° SET – Da questo momento in poi la lotta si fa serrata. I due team rispondono colpo su colpo. Moltissime le palle break sprecate a disposizione della Gran Bretagna. Le prime due quando la partita era sull’1-1, altre due quando il gioco è fermo sul 2 pari. Ne approfitta l’Argentina che sul 3-3 breaka gli avversari portandosi avanti di un game, che viene, però, immediatamente recuperato grazie a tre palle del controbreak sfruttate e si torna 4 pari. La zampata finale arriva sul 5-4 Gran Bretagna che strappa di nuovo il servizio e va a chiudere sul 6-4.

4° SET – Regolare quest’ultima frazione in cui entrambe le squadre mantengono i loro turni di battuta senza eccessiva difficoltà. Scende, però, il rendimento di Del Potro che non riesce più ad essere incisivo come nel momento centrale del match. Determinante il fattore Andy Murray che sul finale si riprende ed aiuta il fratello maggiore nel conquistare la partita strappando il servizio conclusivo dei sudamericani e chiudendo 6-4.

CROAZIA – FRANCIA

1° SET – Potremmo chiamarlo il parziale dell’equilibrio quello che va in scena alla Kresimir Cosic Hall. I quattro giocatori in campo si rivelano molto efficaci in battuta, concedendo le briciole in risposta. La frazione dei turni in battuta non può che decidersi al tie-break e, nel frangente, in una lotta punto a punto sono Dodig/Cilic ad imporsi (8-6).

2° SET – Nella seconda frazione, il canovaccio dell’incontro cambia in alcuni particolari, ovvero iniziano ad intravedersi delle palle break. Nel game d’apertura gli slavi, in battuta, si salvano dall’offensiva francese riuscendo a spuntarla ai vantaggi. Tuttavia, il servizio croato cala in termine di efficacia. Nell’undicesimo gioco, infatti, i transalpini strappano il turno in battuta ai padroni di casa, concludendo il set 7-5.

3° SET – Nel parziale torna nuovamente il servizio a farla da padrone e si contano sulle dita di una mano i punti discriminanti tra le due coppie. Sono Dodig/Cilic a sembrare più brillanti, avendo la possibilità di chiudere il set nel decimo e dodicesimo gioco. Anche in questo caso, però, la frazione si protrae al tie-break ed ancora una volta il duo slavo mostra maggior lucidità conducendo le danze dall’inizio e concretizzando, come nel primo set, (8-6).

4° SET –  L’inerzia dell’incontro è tutta nelle mani dei croati. Gli idoli di casa, infatti, riescono a breakare in ben due circostanze gli avversari, nel terzo e nono gioco, ponendo fine alle ostilità sul 6-3, regalando alla squadra ospitante una vittoria che potrebbe risultare decisiva.

RISULTATI DI GIORNATA

15:10 Finale Cilic M./Dodig I. 3 78 5 78 6
Herbert P.H./Mahut N. 1 66 7 66 3
15:10 Finale Murray A./Murray J. 3 6 3 6 6
Del Potro J./Mayer L. 1 1 6 4 4

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: profilo twitter Coppa Davis 2016

Lascia un commento

Top