Surf, Hurley Pro at Trestles 2016 – Vittoria del sudafricano Jordy Smith. Tra le donne trionfo per Tyler Wright

Surf-Jordy-Smith-Profilo-Fb.jpg

Si è conclusa da poco l’ultima tappa del Tour mondiale di surf di stanza in questi giorni in California sia per il tabellone maschile, con la vittoria del sudafricano Jordy Smith, sia femminile, con la conquista del titolo da parte dell’australiana Tyler Wright, che la conferma al primo posto del ranking mondiale. Niente da fare per il campione uscente Mick Fanning che in questa ottava tappa si è dovuto arrendere al terzo turno contro un imbattibile Stuart Kennedy grazie alle sue due migliori onde che gli hanno permesso di totalizzare 16.37 punti rispetto ai 13.94 del connazionale.

Percorso abbastanza agile quello, invece, di Smith che dopo aver superato senza troppi problemi i primi round, si è trovato di fronte Brett Simpson nei quarti, superato con 14.87 di punteggio. A seguire un inarrestabile Filipe Toledo, che per tutto l’evento ha fatto vedere numeri straordinari, ma che si è dovuto arrendere dinanzi al 17.23 del sudafricano, che con una seconda onda da 9.23 ha spazzato via ogni dubbio su chi sarebbe passato alla manche successiva. Finale, invece, decisa sul filo del rasoio. Parte male Joel Parkinson, con un’onda da 6.93, ma grazie alla sua seconda surfata riesce a rimontare l’avversario, che tuttavia chiude e porta a casa la vittoria con un risultato finale di 15.80 con soli 0.44 punti di scarto.

Grandi critiche alla giuria nella Heat 7 del terzo Round che hanno visto coinvolti Tanner Gudauskas e Gabriel Medina. Il pubblico non ha gradito la valutazione delle surfate dei due atleti, che hanno permesso di far passare il turno al primo con 17.34 a discapito di uno strepitoso Medina che sulla sua tavola ha fatto magie.

Stessa sorte per il tabellone femminile. La settimana tappa del Tour è andata all’australiana Wright spodestando la precedente regina, Carissa Moore. L’hawaiana dopo una partenza in primo Round fortissimo non è riuscita ad andare oltre i quarti di finale. Percorso opposto per la campionessa di quest’anno. Dopo una fase iniziale difficile che l’aveva vista ultima nei confronti delle altre avversarie del primo turno, ha saputo ribaltare la situazione eliminando ai quarti, prima la connazionale Laura Enever, poi la statunitense Sage Erickson, 14.60 a 14.17. Netta la vittoria in finale su Stephanie Gilmore, battuta con un punteggio di 17.13 rispetto ai suoi 15.13.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Profilo Fb Jordy Smith

Lascia un commento

Top