Scherma: Alice Volpi, il futuro del fioretto femminile italiano

scherma-alice-volpi-baku-fb-bizzi-federscherma.jpg

Essere definita da Elisa Di Francia la sua erede è sinonimo di come il futuro del fioretto femminile italiano sia nelle mani di Alice Volpi. Un paragone difficile da reggere, anche perchè si sta parlando di una delle più grandi campionesse della storia della scherma e dello sport italiano, ma dall’altra parte c’è un giovane ragazza che possiede un talento smisurato e che ha tutte le qualità per saper reggere anche questa ulteriore pressione.

La crescita di Alice è stata inarrestabile, con un dominio nelle categorie giovanili e poi un passaggio repentino a livello senior, dove fin da subito ha dimostrato di avere un grandissimo potenziale. Anche la prima vittoria in Coppa del Mondo è arrivata in un giorno particolare per tutta la scherma italiana. Era il 28 Novembre dello scorso anno e Valentina Vezzali annunciava il suo ritiro a giugno e proprio in quel giorno a Torino, Alice ottiene il primo successo della carriera. Una predestinata.

La consacrazione era arrivata anche ai Giochi Europei di Baku con una medaglia d’oro conquistata con la sicurezza della campionessa capace di rispettare tutti i pronostici e di reggere la pressione al primo grande appuntamento della carriera.

Ormai da molto tempo è entrata in pianta stabile nel quartetto titolare della squadra di fioretto femminile e sarà un elemento fondamentale nel prossimo quadriennio per riportare il Dream Team prima sul tetto del mondo e poi nuovamente sul gradino più alto del podio olimpico.

Tokyo 2020 è il grande obiettivo della fiorettista toscana, che in Giappone tra quattro anni si presenterà tra le possibili favorite. Servirà comunque una maggior continuità in Coppa del Mondo e prima successi importanti agli Europei e Mondiali e anche per questo Alice ha deciso di spostarsi a Jesi, nella scuola delle campionessa, per farsi seguire proprio da Giovanna Trllini e Annalisa Coltorti, proprio come quella di cui diventerà sicuramente l’erede.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

foto di Augusto Bizzi per Federscherma

Tag

Lascia un commento

Top