Rugby, Pro12: Zebre e Benetton ancora senza vittorie dopo le prime due giornate

Ulster-Rugby-Pagina-FB-Ulster.jpg

Due giornate e altrettante disfatte per le le Zebre e la Benetton, le squadre italiane impegnate nel Pro-12 di rugby. Nel secondo turno entrambe hanno mostrato notevoli miglioramenti dopo essere state letteralmente travolte all’esordio, segnale che speriamo sia di buon auspicio per il prosieguo della competizione nonchè per una definitiva rinascita della palla a spicchi nel nostro paese.

Le Zebre sono uscite sconfitte in Galles contro i Newport Dragons con lo score di 11-6, ma si è trattato di un ko ben diverso rispetto a quello pesantissimo subito per 59-5 contro gli Ospreys una settimana fa. La franchigia azzurra ha infatti lottato alla pari stavolta mostrando finalmente un buona coesione difensiva, fattore che sin qui era sempre mancato visto il titolo di peggior difesa conseguito lo scorso anno, anche se continuano a latitare azioni d’attacco degne di nota. L’avvio era stato subito ottimo grazie al preciso calcio messo a segno da Canna, la reazione dei padroni di casa però non aveva tardato a manifestarsi complici i due calci di Macload e soprattutto la meta di Howard. I britannici hanno evidenziato tutti i loro limiti in attacco, mentre gli uomini di Gianluca Guidi hanno dimostrato grande abnegazione e coraggio, pur ottenendo punti soltanto dalla piazzola e costretti a difendersi a causa del doppio giallo prima a Roan e poi a De Marchi. Un’ottima performance comunque per i bianconeri, la cui ferocia viene ricompensata da un punto in classifica ottenuto grazie al bonus.

Niente da fare nemmeno per la Benetton che nell’arco di otto giorni si è trovata ad affrontare due tra le maggior “contender” per la vittoria finale, le corazzate Leinster e Ulster. In Irlanda i bianco-verdi non avevano affatto sfigurato mettendo in scena una prova generosa, in cui il pessimo inizio di partita aveva dato l’abbrivio al 20-8 conclusivo. Nella seconda giornata, disputata tra le mura amiche, Treviso si è arresa con il punteggio di 11-22 a testimonianza di una prestazione solida, che ha impedito agli avversari di realizzare le quattro mete necessarie ad ottenere il bonus e sfiorando quello difensivo. A pesare, ancora una volta, è l’avvio scioccante che porta subito Ulster in vantaggio sul 7-0, a cui segue però una reazione d’orgoglio dei padroni di casa, bravi ad accorciare sul 6-10 grazie ad un ottimo calcio di Allan al minuto numero 37. Le speranze si affievoliscono del tutto quando un intervento scomposto di Filo Paulo costa un giallo evitabile; gli irlandesi si scatenano con un parziale di 12-0 sfruttando la superiorità, e sostanzialmente le velleità della compagine italiana terminano rapidamente. Da segnalare un errore a 5′ dalla fine dell’arbitro Philips, che non assegna una meta alla Benetton per via di una palla persa all’indietro da Buondonno (il replay, di cui l’arbitro non ha voluto disporre, gli darà torto). In extremis i trevigiani trovano comunque la meta della bandiera realizzata da Benvenuti, propiziata però dal piede di McKinley.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo 

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pagina FB Ulster

Lascia un commento

Top