Roma 2024, Malagò disposto a trattare con Virginia Raggi: “C’è tempo fino a febbraio”

Giovanni-Malagò-Wikipedia-Libera-Usare-questa.jpg

Giovanni Malagò non si arrende. Il presidente del Coni, supportato dal grande lavoro di lobbying svolto dal Comitato Promotore negli ultimi mesi, continua a credere  nelle Olimpiadi di Roma 2024 e si produce in un nuovo (l’ennesimo) tentativo di mediazione con Virginia Raggi ed il Movimento 5 Stelle: “La data del 7 ottobre non è una scadenza per l’impostazione del dossier, mentre lo è quella del 3 febbraio, limite ultimo in cui bisogna avere tutte le carte in regola. Il passaggio del 7 ottobre riguarda la consegna della seconda parte del dossier al Cio e prevede il semplice invio d’una serie di firme che riguardano le garanzie di governo, Regione, Comune di Roma e Coni. Quindi, se decidiamo di fare delle gare in un posto diverso da quello indicato nel dossier, possiamo tranquillamente farlo entro febbraio“, ha spiegato all’Ansa il numero uno dello sport italiano.

Intanto Malagò fa sapere di aver invitato la Raggi per la presentazione del logo e del progetto per l’Europeo di calcio itinerante del 2020, prevista per il 22 settembre. Roma, infatti, si è aggiudicata una tappa della rassegna continentale. In quell’occasione “inaugureremo altre mattonelle della Walk of Fame e chiederemo al sindaco di scoprirle“, ha affermato il presidente del Coni. Insomma, la mano, ancora una volta, è tesa: arriverà l’agognata stretta?

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top