Pattinaggio velocità, Mondiali 2016: Francesca Lollobrigida show, oro nei 1000 metri e nella staffetta

pagina-FB-Francesca-Lollobrigida.jpg

Una giornata coi fiocchi quella dei Mondiali di Nanjing in Cina per il movimento del pattinaggio di velocità su rotelle italiano. La Nazionale del ct Massimiliano Presti porta a casa tre medaglie (2 ori ed un bronzo), due delle quali sono firmate dall’asso Francesca Lollobrigida che si conferma ancora una volta tra le più forti interpreti della disciplina.

L’atleta di Frascati nei 1000 metri sprint Senior Women ha fatto valere la sua maggior classe, fiaccando la resistenza delle avversarie nell’ultimo giro ed arrivando a braccia alzate sul traguardo col tempo di 1’27″686. Alle spalle dell’azzurra, ha conquistato l’argento Thum Mareike (1’28″292) ed il bronzo la colombiana Arias Fabriana (1’28″403). Il secondo successo porta sempre la firma della skater romana che, grazie ad un’ultima tornata da urlo, brucia allo sprint nella staffetta Senior Women tutte la rivali. Il terzetto costituito da Francesca, dalla sorella Giulia Lollobrigida ed Erika Zanetti si è dunque imposto col crono di 4’12″933 a precedere la fortissima Colombia 4’12″954 e la Korea in 4’12″961.

Il terzo metallo viene dalla prova a squadra maschile Junior nella quale il terzetto azzurro ha ottenuto un grandioso bronzo in 4’03″866 nella gara vinta dalla Francia (4’03″662) che ha preceduto l’onnipresente squadra colombiana (4’03″763). Nelle restanti specialità più che discrete le prestazioni di Giorgia Bormida che sfiora il podio, giungendo quarta, nei 500 metri Sprint Women Junior in 45″059, con Giulia Bonechi (oro ieri nei 1000 m sprint) ottava in 45″459, e di Marco De Flavis, quinto, nei 500 metri sprint Junior. A chiosa, da segnalare il settimo posto di Stefano Mareschi nei 1000 m sprint Senior Men in 1’22″955.

Con questi riscontri l’Italia si porta in seconda posizione nel medagliere alle spalle della Colombia, autentica potenza di questa rassegna iridata

MEDAGLIERE

    [COL] Colombia 12 12 6
    [ITA] Italy 3 2 1
    [FRA] France 2 1 4
    [ARG] Argentina 2 0 2
    [NZL] New Zealand 2 0 0
    [CHN] China 1 1 1
    [CHI] Chile 1 1 0
    [GER] Germany 1 1 0
    [TPE] Chinese Taipei 1 0 2
    [KOR] Korea 0 6 4
    [USA] United States of America 0 1 2
    [JPN] Japan 0 0 1

 

 

 

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina FB Francesca Lollobrigida

One thought on “Pattinaggio velocità, Mondiali 2016: Francesca Lollobrigida show, oro nei 1000 metri e nella staffetta”

  1. ale sandro scrive:

    8 titoli mondiali e 19 europei a 26 anni da compiere a Febbraio prossimo.
    Qualsiasi sia lo sport, un palmares del genere è solo quello di una grandissima.
    Il bello di “Lollo” , come la speaker cinese l’ha chiamata per abbreviare sul podio dei 1000, è che timbra sempre il cartellino, in ogni edizione dei mondiali in cui partecipa in condizioni più o meno buone. Può faticare o apparire meno brillante nelle sue gare, come nelle corse a punti e a eliminazione, ma poi fa la dominatrice nei 1000 e compie un’impresa nella staffetta, dalla quarta piazza all’oro con la spaccata finale.
    Zanetti eterna, mi dispiace che non ci sia mai stata la possibilità olimpica per lei ,così come per tanti altri campioni di questo sport.
    Le imprese della Lollobrigida e compagne portano l’Italia al terzo posto tra i senior nel mondiale pista, dietro Colombia (3 ori) e una grande Argentina (2), e appaiata alla Nuova Zelanda di Peter Micheal in gran forma, che fa una doppietta approfittando dell’assenza contemporanea di gente come Swings, Francolini e Contin. Assenze in parte già avvenute negli ultimi anni.
    Ora vedremo su strada, spero magari in altri grandi risultati della nostra leader e della stessa Zanetti, e vedremo se poi i maschi reagiranno alla situazione non particolarmente brillante, con un grosso peccato per la staffetta dove ci si stava giocando il podio fino alle ultime curve. Bugari , Niero (tra l’altro al debutto senior dopo i trionfi da junior) ,Mareschi possono fare meglio. Curioso di vedere Passarotto nei 100 metri , al debutto anche lui tra i senior ,dopo l’oro ai mondiali scorsi nella categoria giovanile.

Lascia un commento

Top