Paralimpiadi Rio 2016: un bilancio da record per l’Italia. Top10 dopo 44 anni!

Paralimpiadi-Scherma-Beatrice-Vio.jpg

Trentanove medaglie, con dieci ori, quattordici argenti e quindici bronzi: è questo lo straordinario bottino della spedizione italiana ai Giochi Paralimpici di Rio 2016, che resteranno a lungo negli annali come una delle edizioni più vittoriose per lo sport paralimpico azzurro. Se infatti in passato l’Italia ottenne enormi risultati, a partire dalle ottanta medaglie di Roma 1960, era da Atlanta 1996 che non si vedeva un risultato così importante, mentre bisogna risalire addirittura fino al 1972 per trovare un piazzamento nella top ten del medagliere.

I risultati previsti alla vigilia sono stati raggiunti e spesso superati in molte discipline: rispetto a Londra 2012, è arrivata l’attesa doppia cifra nel numero di ori, ma soprattutto c’è stato un incremento di undici podi totali, da ventotto a trentanove. Sono inoltre spuntati numerosi nomi nuovi, e quasi tutte l’Italia ha dimostrato di essere altamente competitiva in quasi tutte le discipline nelle quali era presente. A trascinare la spedizione sono state le tredici medaglie del nuoto, con ben otto atleti diversi, ed i cinque ori del ciclismo su strada, ma non hanno tradito le attese neppure atletica e scherma. Piacevole novità, invece, quella del triathlon, che al suo esordio paralimpico ha subito fornito due medaglie alla spedizione azzurra.

Se consideriamo che le Paralimpiadi, al contrario delle Olimpiadi, sono diventate universali solamente nelle ultime edizioni, il risultato italiano a Rio 2016 assume dei contorni ancora più fulgidi: i confronti con le Paralimpiadi del secolo scorso, quando questo era ancora considerato un evento minore al quale partecipava un numero limitato di Paesi ed atleti, sarebbero infatti impari, mentre il bottino brasiliano batte nettamente tutti quelli registrati da Sydney 2000 in poi. Un risultato che è anche il frutto del grande lavoro svolto dal presidente del Comitato Italiano Paralimpico (CIP), Luca Pancalli, un vero uomo di sport con le sue quindici medaglie paralimpiche all’attivo, a dimostrazione del fatto che questi ruoli chiave andrebbero più spesso affidati ad ex atleti, anziché ai “politici dello sport”.

Games Gold Silver Bronze Total

Rank

1960 Rome

29

28

23

80

1

1964 Tokyo

14

15

16

45

3

1968 Tel-Aviv

12

10

17

39

7

1972 Heidelberg

8

4

5

17

9

1976 Toronto

2

5

11

18

25

1980 Arnhem

6

5

9

20

20

1984 Stoke M.-New York

9

19

14

42

21

1988 Seoul

16

15

27

58

16

1992 Barcelona

10

7

18

35

14

1996 Atlanta

11

20

14

45

14

2000 Sydney

9

8

10

27

18

2004 Athens

4

8

7

31

19

2008 Beijing

4

7

7

18

18

2012 London

9

8

11

28

13

2016 Rio de Janeiro

10

14

15

39

9

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Beatrice Vio (Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

One thought on “Paralimpiadi Rio 2016: un bilancio da record per l’Italia. Top10 dopo 44 anni!”

  1. Luca46 scrive:

    Rio ci ha regalato grandi emozioni. Direi che siamo andati oltre il previsto. Speriamo contribuisca alla crescita del movimento visto che qualche atleta è ormai attempato. Credo che i presupposti ci siano tutti.

Lascia un commento

Top