Paralimpiadi Rio 2016: Italia, la miglior edizione del nuovo millennio. Quanti campioni da amare!

Beatrice-Vio-scherma-paralimpica-rio-2016-foto-augusto-bizzi-federscherma.jpg

I numeri parlano chiaro: con 39 medaglie (10 ori, 14 argenti e 15 bronzi), quelle di Rio 2016 sono state le migliori Paralimpiadi dell’Italia nel nuovo millennio. Non è stato raggiunto il record assoluto – la doppia cifra di successi era già stata toccata e scavalcata a Tokyo 1964, a Tel Aviv 1968, a Seul 1988, a Barcellona 1992 e ad Atlanta 1996 senza dimenticare la trionfale edizione casalinga di Roma 1960 da 80 podi (29-28-23) ma con molta meno concorrenza – eppure questi dieci giorni brasiliani hanno esaltato il pubblico e portato agli onori della cronaca tantissimi atleti, vincenti e amati, con storie uniche e un amore sconfinato per lo sport.

Giochi Oro Argento Bronzo Totale Pos.
1960 Roma 29 28 23 80 1
1964 Tokyo 14 15 16 45 3
1968 Tel-Aviv 12 10 17 39 7
1972 Heidelberg 8 4 5 17 9
1976 Toronto 2 5 11 18 25
1980 Arnhem 6 5 9 20 20
1984 Stoke M.-New York 9 19 14 42 21
1988 Seul 16 15 27 58 16
1992 Barcellona 10 7 18 35 14
1996 Atlanta 11 20 14 45 14
2000 Sydney 9 8 10 27 18
2004 Atene 4 8 7 19 31
2008 Pechino 4 7 7 18 28
2012 Londra 9 8 11 28 13
2016 Rio de Janeiro 10 14 15 39 9
Totale 137 147 72 466 12

Wikipedia

Il movimento paralimpico, insomma, in Italia funziona bene. Nel Paese delle assurde barriere architettoniche per i disabili e – ahinoi – del bullismo ancora fin troppo facile, chi trova il riscatto nello sport gode di federazioni in salute che a Rio, anche grazie alla squalifica dell’intera nazionale russa (la cui assenza ha indubbiamente aiutato in ottica medagliere, specialmente nel nuoto), hanno portato esattamente 101 convocati. Con risultati in molti casi entusiasmanti.

A Londra 2012 furono sei le discipline premiate con una medaglia, in Brasile si è aggiunto il triathlon (un argento atteso e un bronzo insperato) e soprattutto si sono migliorati in fatto di quantità ciclismo, nuoto, scherma e tennistavolo, ben quattro sport su sei.

Medaglie Londra 2012 (Wikipedia):

Discipline Oro Argento Bronzo Totale
Ciclismo 4 3 3 10
Atletica leggera 2 3 1 6
Nuoto 2 0 5 7
Tiro con l’arco 1 1 0 2
Tennistavolo 0 1 0 1
Scherma 0 0 2 2
Totale 9 8 11 28

 Medaglie Rio 2016 (Wikipedia): 

Sport Oro Argento Bronzo Totale
Ciclismo 5 2 5 12
Nuoto 2 8 3 13
Atletica leggera 2 2 2 6
Scherma 1 0 1 2
Triathlon 0 1 1 2
Tiro con l’arco 0 1 1 2
Tennistavolo 0 0 2 2
Totale 10 14 15 39

I campioni paralimpici azzurri sono entrati di prepotenza nelle case degli italiani quanto se non addirittura di più rispetto ai normodotati dell’agosto all’ombra del Cristo di Rio. Il ciclismo si è confermato sport di punta con 12 medaglie vinte da ben sei atleti diversi guidati dalla leggenda Alex Zanardi, già volto televisivo ma anche e soprattutto professionista esemplare alle porte del 50° compleanno. L’argento nella prova in linea dell’ex pilota emiliano, giunto esattamente a 15 anni dal terribile incidente automobilistico al Lausitzring, ha rappresentato idealmente la chiusura non così scontata del cerchio.

Il nuoto non ha deluso le attese sfornando primati personali a raffica, molti record nazionali e ben otto nomi diversi a podio sui 13 complessivi. Praticamente più di un terzo della spedizione totale, formata da 21 elementi. E se Cecilia Camellini, avendo privilegiato gli studi universitari di psicologia rispetto agli allenamenti, è scesa dai due ori e due bronzi di quattro anni fa a un solo argento, si è definitivamente consacrato il Michael Phelps azzurro Federico Morlacchi, 22enne di Luino in provincia di Varese capace di prendersi un oro, tre argenti e un quarto posto. A Londra 2012 fu tre volte terzo.

Infine, la scherma e l’atletica. Altre due discipline nobili per sottolineare l’eclettismo azzurro, purtroppo assente solo negli sport di squadra. Lo straordinario messaggio della 19enne Beatrice Vio era noto da tempo: la veneta lo ha ribadito ulteriormente diventando campionessa paralimpica del fioretto categoria B, un titolo vinto da cannibale e affiancato agli ori del Mondiale e dell’Europeo da prima e unica a tirare senza neanche un arto. E, non contenta, Bebe ha poi trascinato al bronzo le compagne nella prova a squadre. Pure il suo idolo Jovanotti si è commosso nel vederla tirare. La grinta di Assunta Legnante, più forte di un’operazione alla schiena affrontata a metà maggio e prima nel getto del peso per non vedenti, e la velocità della portabandiera Martina Caironi, che solo sabato sera si è unita alla festa con l’hurrà numero 10 nei 100 metri T42, hanno completato il felice quadro. Paralimpiadi d’Italia. 

Tutte le medaglie azzurre alle Paralimpiadi di Rio 2016 (Wikipedia):

Medaglia Nome Sport Evento
Oro Oro Federico Morlacchi Nuoto 200 m misti maschili SM9
Oro Oro Francesco Bocciardo Nuoto 400 m stile libero maschili S6
Oro Oro Alex Zanardi Ciclismo Cronometro maschile H4
Oro Oro Vittorio Podestà Ciclismo Cronometro maschile H3
Oro Oro Luca Mazzone Ciclismo Cronometro maschile H2
Oro Oro Assunta Legnante Atletica leggera Getto del peso femminile F11-12
Oro Oro Beatrice Vio Scherma Fioretto femminile individuale CB
Oro Oro Paolo Cecchetto Ciclismo Corsa in linea maschile H3
Oro Oro Luca Mazzone
Vittorio Podestà
Alex Zanardi
Ciclismo Staffetta corsa in linea maschile H2-5
Oro Oro Martina Caironi Atletica leggera 100 m femminile T42
Medaglia Nome Sport Evento
Argento Argento Francesco Bettella Nuoto 100 m dorso maschili S1
Argento Argento Federico Morlacchi Nuoto 400 m stile libero maschili S9
Argento Argento Michele Ferrarin Triathlon Gara maschile PT2
Argento Argento Martina Caironi Atletica leggera Salto in lungo femminile T42
Argento Argento Cecilia Camellini Nuoto 400 m stile libero femminili S11
Argento Argento Giulia Ghiretti Nuoto 100 m rana femminili SB4
Argento Argento Oney Tapia Atletica leggera Lancio del disco maschile F11
Argento Argento Federico Morlacchi Nuoto 100 m rana maschili SB8
Argento Argento Alberto Simonelli Tiro con l’arco Arco composto individuale maschile
Argento Argento Luca Mazzone Ciclismo Corsa in linea maschile H2
Argento Argento Alex Zanardi Ciclismo Corsa in linea maschile H4
Argento Argento Federico Morlacchi Nuoto 100 m farfalla maschili S9
Argento Argento Francesco Bettella Nuoto 50 m dorso maschili S1
Argento Argento Arjola Trimi Nuoto 50 m stile libero femminili S4
Medaglia Nome Sport Evento
Bronzo Bronzo Giovanni Achenza Triathlon Gara maschile PT1
Bronzo Bronzo Giulia Ghiretti Nuoto 50 m farfalla femminili S5
Bronzo Bronzo Vincenzo Boni Nuoto 50 m dorso maschili S3
Bronzo Bronzo Roberto Airoldi
Elisabetta Mijno
Tiro con l’arco Squadre miste arco ricurvo
Bronzo Bronzo Giada Rossi Tennistavolo Singolo femminile classi 1-2
Bronzo Bronzo Amine Kalem Tennistavolo Singolo maschile classe 9
Bronzo Bronzo Giancarlo Masini Ciclismo Cronometro maschile C1
Bronzo Bronzo Francesca Porcellato Ciclismo Cronometro femminile H1-2-3
Bronzo Bronzo Efrem Morelli Nuoto 50 m rana maschili SB3
Bronzo Bronzo Francesca Porcellato Ciclismo Corsa in linea femminile H1-2-3-4
Bronzo Bronzo Fabio Anobile Ciclismo Corsa in linea maschile C1-2-3
Bronzo Bronzo Andreea Mogos
Loredana Trigilia
Beatrice Vio
Scherma Fioretto femminile a squadre
Bronzo Bronzo Alvise De Vidi Atletica leggera 400 m piani maschili T51
Bronzo Bronzo Andrea Tarlao Ciclismo Corsa in linea maschile C4-5
Bronzo Bronzo Monica Contrafatto Atletica leggera 100 m femminile T42

 


Foto da: Augusto Bizzi/Federscherma

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Lascia un commento

Top