Nuoto, Paralimpiadi Rio 2016: quattro italiani in finale con tre primati nazionali! Cina show

Emanuela.Romano.nuoto_.paralimpico.foto_.fb_.romano.jpg

Prime batterie e primi botti a Rio per le Paralimpiadi 2016. Nel nuoto, specialità dorso categoria S6, cadono due record del mondo fin dal mattino: li timbrano rispettivamente Jia Hongguang (1’22”27) e Song Lingling (1’24”66), con Emanuela Romano che nella prova femminile entra in finale (stasera dalle 22.30) con il sesto miglior tempo e il nuovo record italiano di 1’32”42.

I primati, planetari e nazionali, sono già una costante all’Aquatic Center: di WR ne arrivano altri due, grazie alla britannica Bethany Firth nei 100 dorso S14 (1’04”53) e all’uzbeka Fotimakhon Amilova nei 100 farfalla S13 (1’04”72), di italiani altrettanti, con un’ottima Alessia Berra il cui 1’07”39 vale il quinto miglior crono in vista della finale e con Giovanni Sciaccaluga settimo nei 200 stile libero S5 (2’54”48). Incredibile, alle sue spalle, la qualificazione del 59enne spagnolo Sebastian Rodriguez.

Avanza anche Xenia Palazzo nei 100 dorso S14: la 18enne è ottava in 1’18”26 e sfiora un altro record italiano, distante solo un centesimo. Può farcela in serata. Rimangono invee fuori dai migliori otto Vincenzo Boni nei 100 stile libero S4 (10° in 1’39”66, ma lui è S3, quindi è affetto da una disabilità più grave) e Arianna Talamona nei 100 dorso S7 (12esima in 1’33”46).

I RISULTATI COMPLETI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Lascia un commento

Top