Nuoto, Paralimpiadi Rio 2016: poker di qualificati in finale per l’Italia

Arjola.Trimi_..nuoto_.paralimpico..foto_.finp_.jpg

Nella penultima giornata di gare nell’Olympic Acquatics Stadium di Rio de Janeiro, sono quattro gli atleti italiani che accedono alle finali, ottenendo un riscontro più che discreto.

Nei 50 dorso s9 la nostra Arjola Trimi amministra le proprie energie nelle sua batteria, concludendo in quarta piazza la sua batteria col crono di 56″05 (settimo tempo nella graduatoria generale) ed in vista della sera brasiliana è prevedibile attendersi una dura battaglia per il podio. Cinesi ed ucraine sembrano avere qualcosa in più, come il record del mondo dell’asiatica Cheng Jiao in 47″68 dimostra. Ottiene il pass per l’ultimo atto anche Efrem Morelli che, dopo il bronzo dei 50 rana, con l’ottavo crono (49″75) ci riproverà nel pomeriggio per chiudere più che degnamente i suoi Giochi.

Molto bene Alessia Berra che nei 100 stile libero s13 fa segnare il primato italiano 1’02″22 entrando nella top 8 con la settima prestazione delle qualificazioni in una specialità che ha visto il primato paralimpico firmato dalla britannica Hannah Russel in 59″99. A chiudere il poker di nuotatori nostrani che ritroveremo nella vasca brasiliana è Andrea Massussi, nei 50 metri dorso S5, classificatosi in ottava piazza nell’ordine dei tempi delle batterie in 43″82.

Niente da fare invece per Giulia Ghiretti (50 metri dorso S5), Martina Rabbiolini (200 misti SM11), Francesca Secci (100 metri dorso S9) e Valerio Taras (100 metri stile libero S7). 

RISULTATI COMPLETI 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: Finp

Tag

Lascia un commento

Top