Nuoto, Paralimpiadi Rio 2016: ottimo Bocciardo, sei azzurri qualificati per le finali

Francesco-Bocciardo-nuoto-paralimpico-foto-finp.jpg

Nuova sessione di batterie per il nuoto ai Giochi Paralimpici di Rio 2016, con l’Italia che è stata grande protagonista: gli atleti azzurri hanno infatti conquistato sei accessi in finale, realizzando anche tre primati nazionali. Nel finale di giornata è arrivato anche un record del mondo.

Il più atteso dei nuotatori italiani era certamente Francesco Bocciardo, impegnato nelle batterie dei 400 metri stile libero S6, gara della quale detiene attualmente il titolo europeo e quello mondiale. In 5’18″61, l’atleta toscano ha vinto la seconda batteria, dimostrando un ottimo stato di forma e confermando di essere uno dei favoriti per la vittoria. Nella stessa heat, Marco Maria Dolfin si è classificato quinto 6’00″87. Nella classifica complessiva, il miglior crono è quello dell’olandese Thijs van Hofweegen (5’11″79). Bocciardo passa con il secondo tempo, Dolfin è invece il primo degli esclusi, in nona piazza.

In 5’58″53, Emanuela Romano ha centrato l’ultimo tempo valido per la qualificazione alla finale della gara omologa nel settore femminile. Campionessa iridata e padrona del primato mondiale, l’ucraina Yelyzaveta Mareshko ha realizzato il miglior tempo del mattino in 5’25″27.

Nei 200 metri misti SM2, Valerio Taras ha realizzato il nuovo primato italiano in 2’48″98, conquistando l’accesso in finale con il sesto tempo di questa mattina. Il migliore in assoluto è stato il colombiano Carlos Serrano Zárate, che ha toccato la piastra d’arrivo in 2’40″58.

A firmare il secondo primato italiano di oggi è stata Arianna Talamona, che in 3’18″06 ha realizzato la sesta prestazione assoluta nelle batterie dei 200 metri misti della classe SM7 femminile. La favorita per la vittoria finale sarà la neozelandese Nikita Howarth, che si è fatta notare con un ottimo 2’58″82, unica a scendere sotto il muro dei tre minuti.

 I 100 metri rana della categoria SB12 maschile ha visto tra i protagonisti l’azzurro Fabrizio Sottile, che per un centesimo ha realizzato il primato italiano, portandolo ad 1’13″60 e facendo cadere il terzo record nazionale di oggi. Sottile ha anche centrato la finale con l’ultimo tempo utile, mentre davanti a tutti svetta il favorito bielorusso Uladzimir Izotau (1’07″52).

Sul finire della sessione mattutina, è arrivata una sesta finale conquistata per l’Italia, con Vincenzo Boni, impegnato nei 50 metri stile libero della class S3: il campano, che ha nuotato a dorso, ha vinto la prima batteria in 47″03, realizzando il quarto tempo assoluto. Velocissimo il cinese Huang Wenpan, che ha realizzato il nuovo record del mondo in 40″51.

Ha mancato l’accesso in finale Riccardo Menciotti, che ha realizzato il quattordicesimo tempo nei 100 metri stile libero della classe S10 (56″77). Il migliore della sessione è stato l’ucraino Maksym Krypak (51″52). Non è arrivata la qualificazione neppure per Francesca Secci, che nei 50 metri stile libero S9 ha chiuso con il diciottesimo tempo del mattino (31″94): Miglior crono di giornata per la statunitense Michelle Konkoly, che in 28″36 ha stabilito il nuovo primato paralimpico.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top