Nuoto, Paralimpiadi Rio 2016: Camellini e Morlacchi in finale, speranze per la staffetta

Federico-Morlacchi-nuoto-foto-FB.jpg

Si è da poco archiviata la sessione delle batterie del nuoto alle Paralimpiadi di Rio 2016. Vediamo i risultati principali, in particolare per quanto riguarda gli azzurri, che hanno ottenuto importanti qualificazioni alle finali di questa sera.

Stella del nuoto azzurro quattro anni fa a Londra, Cecilia Camellini ha ottenuto l’accesso alla finale dei 100 metri dorso S11, la categoria degli atleti non vedenti: in 1’22″01, l’azzurra ha ottenuto il quinto crono, mentre non ce l’ha fatta l’altra italiana Martina Rabbolini, dodicesima in 1’30″28. Da sottolineare il record paralimpico della neozelandese Mary Fisher (1’18″68), che partirà dunque con i favori del pronostico in finale.

Ottima prestazione anche per l’altro leader della spedizione natatoria azzurra, Federico Morlacchi, che in 4’22″20 ha fatto segnare il secondo tempo nelle batterie dei 400 stile libero S9. Il miglior tempo è stato appannaggio dell’australiano Brenden Hall (4’20″46), ma il campo dei partecipanti è sembrato molto compatto in vista della lotta per le medaglie. Nell’omologa gara femminile, Francesca Secci ha realizzato il dodicesimo tempo, mancando la finale (5’11″18). Miglior tempo per l’australiana Ellie Cole (4’50″19).

Qualificazione scontata, invece, per la staffetta mista: con l’assenza di Messico e Colombia, infatti, hanno preso parte alle batterie solamente sette formazioni, tutte certe di poter partecipare alla gara per le medaglie. La squadra italiana ha realizzato il terzo tempo in 2’38″01, alle spalle dell’Ucraina (2’32″19) e del Brasile (2’38″01).

Nelle batterie dei 50 metri stile libero S10, l’azzurro Riccardo Menciotti ha chiuso la prova in 25″77, nuovo primato personale che però non gli basta ad entrare in finale, visto il dodicesimo posto nella classifica complessiva. L’ucraino Maksym Krypak è stato il migliore in assoluto con un tempo di 23″45

Pur senza la presenza di italiani, va segnalato il doppio record del mondo nelle batterie dei 100 metri dorso S2, dove il cinese Zhou Liankang si è imposto nella prima heat in 1’58″29, superato subito dopo dal suo connazionale Liu Benying, capace di portare il primato ad 1’50″67.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top