Nuoto, Paralimpiadi Rio 2016: bene Morlacchi e Ghiretti, cinque azzurri conquistano la finale

Federico-Morlacchi-nuoto-paralimpico-foto-finp.jpg

Ottima sessione mattutina per l’Italia del nuoto alle Paralimpiadi di Rio 2016: sui sei azzurri impegnati, infatti, cinque di questi hanno conquistato l’accesso in finale, con almeno due concrete possibilità di medaglie in vista delle gare di questa sera.

Già medagliato d’argento sui 400 metri stile libero, il più atteso della compagine italiana era certamente Federico Morlacchi, che nei 200 metri misti S9 ha ottenuto il terzo tempo in 2’20″15, nonostante un atteggiamento di gestione. Davanti a tutti c’è per ora l’australiano Timothy Disken (2’18″86), ma Morlacchi ha già realizzato quest’anno un tempo migliore rispetto a quello di questo atleta emergente.

Brillante qualificazione anche per Giulia Ghiretti, che nella gara dei 100 metri rana SB4 ha vinto la prima batteria, realizzando il terzo tempo assoluto in 1’55″58. La migliore nel complesso è stata la grande favorita, la norvegese Sarah Louise Rung, che ha toccato la piastra in 1’45″46.

Nelle batterie dei 100 metri rana SB5, Marco Maria Dolfin si è qualificato per la finale con il tempo di 1’40″00, il quinto di giornata. Il migliore è stato lo svedese Karl Forsman, in 1’33″47. Nell’omologa gara femminile, invece, Emanuela Romano ha centrato l’accesso in finale con il sesto riscontro cronometrico (1’50″90). La più veloce delle batterie è stata l’ucraina Viktoriia Savtsova (1’41″03).

Xenia Francesca Palazzo, infine, si è qualificata con l’ottavo ed ultimo tempo utile alla finale dei 200 metri stile libero S14 (2’21″25). Miglior crono per la britannica Bethany Firth, che ha anche stabilito un nuovo primato paralimpico in 2’05″96.

Diciottesimo tempo per Francesca Secci nelle batterie dei 200 metri misti SM9. L’azzurra, che ha chiuso in 2’50″91, è stata dunque l’unica a non ottenere l’accesso in finale, dove il ruolo di favorita spetterà invece alla britannica Amy Marren (2’37″01).

Il programma delle batterie si è concluso con il record del mondo dei 200 metri stile libero S2, stabilito dal cinese Zou Liankang in 3’49″37.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: FINP

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top