Nuoto, Coppa del Mondo 2016: a Mosca Zevina batte due volte Hosszu nel dorso

Hosszu-Katinka-doha-2014-nuoto-foto-pagina-fb-fina-deepbluemedia.jpg

La prima sessione di gare di ogni tappa della Coppa del Mondo di nuoto in vasca corta 2016 fa rima con tre successi per Katinka Hosszu. La magiara, dopo i tris di Parigi-Chartres e Berlino, ne vince tre anche nel day 1 di Mosca partendo dai 200 stile libero in corsia 2 (1’54”40) passando per i 200 misti (2’05”60) e chiudendo con gli 800 sl (8’26”24). Per la magiara anche tre secondi posti, uno “scontato” (100 farfalla dietro alla danese Jeanette Ottesen, 55”80 prima del bis nei 50 sl in 23”95) e due contro la specialista del dorso in corta, l’ucraina classe 1994 Daryna Zevina, oro nei 50 in 26”25 e nei 200 in 2’00”47.

Non riesce invece l’ennesimo record del mondo al padrone di casa Vladimir Morozov, grande atteso nei 100 misti nuotati in 50”60 in Francia e in 50”30 in Germania. Davanti al pubblico amico il discusso velocista tocca in 51”03 bissando comunque il 46”36 dei 100 sl d’apertura. La Russia accoglie anche l’assolo di Yulia Efimova nei 100 rana (1’02”91) e, tra le altre grande firme, registra la doppietta di Chad Le Clos (50-200 farfalla, 22”06 e 1’49”10, a lungo sotto il WR), lo sprint vincente di Cameron Van Der Burgh (25”88 nei 50 rana) e i riscatti post delusioni olimpiche dell’australiano Mitchell Larkin (49”62 nei 100 dorso), del britannico James Guy (3’40”70 nei 400 sl) e del tedesco Marco Koch (2’01”94 nei 200 rana).

Infine la Russia si prende la 4×50 mista mista in 1’39”67 mentre il giapponese Hiromasa Fujimori svetta nei 400 misti in 4’04”04. Differita stasera in tv sul canale 65 Sport (65 digitale terrestre) dalle 21.15. Domani la seconda giornata.

I RISULTATI COMPLETI

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Fina/DeepBlueMedia

Lascia un commento

Top