MotoGP, Gp Aragón 2016: i precedenti di Valentino Rossi sul circuito spagnolo

Valentino-Rossi-MotoGP-Marco-Fattori.jpg

Non un tracciato fortunato per Valentino Rossi quello del Motorland Aragón che ospita la 14° tappa del Motomondiale 2016. Introdotto nel calendario annuale dal 2010, questo circuito non ha mai sorriso al campione italiano che quest’anno, dunque, cerca il riscatto ed un successo che possa rilanciarlo in classifica a caccia del beniamino di casa, Marc Marquez, che attualmente guida il campionato con 223 punti.

Nelle edizioni passate sulla pista aragonese due i successi per Casey Stoner, prima in Ducati, poi con la Honda, nel 2010 e 2011. Dall’anno successivo si parlerà solo spagnolo. Daniel Pedrosa (2012), Marc Marquez (2013) e gli ultimi due successi di Jorge Lorenzo (2014, 2015) concludono le vittorie su questa pista nella massima serie. Male Valentino che non è mai riuscito ad andare oltre il terzo posto del 2015 e del 2013.

Un pessimo preludio a questo weekend per il pesarese che a 5 GP dal termine del Mondiale si trova a lottare per il gradino più alto del podio con un Marquez più maturo rispetto agli anni precedenti. Non più un giovane esuberante, e in alcuni casi avventato, ma un pilota maturo, con più esperienza e che vuole portare a casa la vittoria finale. Lo si è visto nell’ultima tappa a Misano. Il catalano della Honda non ha voluto strafare e si è accontentato di un quarto posto in una gara in cui il compagno di squadra, Pedrosa, si era dimostrato nettamente superiore a tutti.

Non un finale di stagione semplice per Rossi, dunque, che dopo la tappa aragonese, dovrà vedersela con piste che nel 2015 lo hanno visto salire sul podio ma mai come vincitore. A Motegi (Giappone) sarà solo secondo alle spalle di Pedrosa, quarto, invece, in Australia dove è stato Marquez a trionfare. Terzo nel penultimo appuntamento in Malesia, chiuderà quarto anche a Valencia a fine stagione con una gara che avrà il gusto amaro per lui, vista la vittoria del Mondiale di Lorenzo con 5 punti di scarto. Valentino dovrà cercare di ribaltare il pronostico che lo vede svantaggiato rispetto ai suoi diretti avversari. Ma per farlo la prima tappa si chiama Aragón.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Marco Fattori

Lascia un commento

Top