Hockey su ghiaccio, Preolimpico Oslo 2016: l’Italia chiude con il Kazakistan versione KHL

Francia-Kazakistan-preolimpico-oslo-2016-hockey-su-ghiaccio-foto-Carola-Semino-per-OA-2.jpg

Più che Italia-Kazakistan, sarà Italia-Barys Astana. Oggi alle 11.30 il Blue Team chiuderà il proprio cammino nel Preolimpico di Oslo (1 punto in due partite finora, addio a Pyeongchang 2018 già aritmetico) sfidando la nazionale gialloblu formata quasi interamente da giocatori che militano nel club di KHL – la lega russa, seconda per importanza e valore tecnico nel mondo dietro solo alla NHL nordamericana – che nell’ultima stagione ha mancato di un soffio i playoff, classificandosi quinto nella Divizion Černyšëva con 85 punti.

Solo il difensore Damir Ryspayev e l’attaccante Konstantin Pushkaryov provengono da un team diverso, il Nomad Astana, farm-team del Barys che milita invece nel massimo campionato kazako di cui ha sfiorato il successo nel 2010-2011. L’Italia di Stefan Mair si troverà dunque davanti una formazione compatta, esperta, affiatata e abituata a calcare certi palcoscenici internazionali. La continuità, però, non risiede ad Astana, visto che dopo l’exploit contro la Norvegia padrona di casa (4-3 all’overtime) il Kazakistan ha perso nettamente (1-4) contro la Francia, messa in difficoltà proprio dagli azzurri, salutando le proprie (concrete) chance di staccare il biglietto per la Corea del Sud. E anche a maggio, nel Mondiale di Top Division, era arrivata un’inattesa retrocessione in Prima Divisione-Gruppo A.

L’ultimo precedente ufficiale tra le due nazionali è datato 2015: netto 3-0 per il Kazakistan nel girone di Cracovia della rassegna iridata. L’Italia si salvò, il blocco Barys volò nella fase élite salvo poi – come visto – rimanerci solo per un’edizione. La partita di oggi, trasmessa in diretta streaming dal nuovo canale del Cio, sarà ininfluente ai fini della qualificazione alle Olimpiadi 2018, ma il Blue Team dovrà sfruttare l’occasione per continuare a confrontarsi con formazioni di livello superiore. C’è voglia di un roseo futuro e la strada passa attraverso questi incontri.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto: dalla nostra inviata Carola Semino

Lascia un commento

Top