Hockey prato: una nazionale strepitosa vola al Round 2 di World League, grandi segnali di crescita

02abddff384f2f7cc942dcfc3c92dfd7_XL1.jpg

Partenza a rallentatore, poi una serie di quattro vittorie consecutive (anche con avversari tutt’altro che abbordabili come Ucraina e Repubblica Ceca, che precedono l’Italia di gran lunga nel ranking mondiale) che ha fatto volare i Blue Gladiators al prossimo turno. La nazionale maschile di hockey su prato chiude il Round 1 di World League a Praga in trionfo.

Dopo annate buie, a causa di un sistema che non ha funzionato praticamente mai, risorge questa squadra che comunque al suo interno ha dei giocatori di grande talento, con eccellenti individualità (su tutti Nunez e Dallons, rispettivamente capocannoniere e miglior giocatore del torneo). Anche lo scorso anno era arrivata la qualificazione al Round 2, ma questa volta non c’è stato alcun ripescaggio: il successo è davvero meritato, soprattutto se si vanno a vedere gli avversari affrontati e battuti. Ci sono da fare i complimenti alla squadra, ma anche allo staff guidato da Roberto Da Gai, tornato a guidare questa nazionale a distanza di diversi anni.

Ora bisognerà non cullarsi sugli allori e continuare a progredire su questa strada intrapresa. Il Round 2 sarà molto probabilmente nella prima metà del 2017 (la sede dovrebbe essere Dublino, in Irlanda): ci saranno affrontare squadre di gran lunga superiori, nella top-20 del ranking mondiale (l’Italia è addirittura al 35mo posto). Superare questo ostacolo sarebbe un sogno, ma già comportarsi discretamente e migliorare in vista del futuro può essere una grande iniezione di fiducia.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per seguire la pagina Hockey prato Italia

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: FIH

Tag

Lascia un commento

Top