Golf, Porsche European Open: Levy nuovo campione! Uno splendido Fisher si arrende allo spareggio. Paratore migliore degli italiani

Alexander-Levy-Porsche-European-Open-golf-Profilo-Twitter-European-Tour-e1474805256575.jpg

Il francese Alexander Levy si è aggiudicato il prestigioso Porsche European Open, appuntamento dell’European Tour sui campi di Bad Griesbach, con il torneo che è stato ridotto da 72 a 54 buche per via del ritardo accumulato a causa della nebbia dei giorni scorsi. Questo fattore però ha forse contribuito ulteriormente ad aumentare la spettacolarità dell’ultima tornata. Il transalpino ha infatti avuto bisogno della seconda buca di spareggio per avere la meglio sull’inglese Ross Fisher, bravissimo a rimontare il -19 collezionato dal suo avversario grazie ad un terzo giro da 64 colpi (-7), a dispetto di un Levy opaco oggi e incappato in ben cinque bogeys oggi. Lo spareggio ha avuto luogo alla 18, dove ad un iniziale par di entrambi è seguito il birdie decisivo del golfista bleu. Dietro di loro si è piazzato il duo svedese composto da Robert Karlsson e Michael Jonzon, autori di un identico -16 che ne testimonia la grande regolarità e costanza. Chiude in sesta piazza il tedesco Martin Kaymer, che ha totalizzato un -14 fortemente condizionato però dalla pessima prestazione nelle fasi iniziali del giro inaugurale. Ancor peggio è andata all’altro rappresentante del team europeo alla Ryder Cup, il teutonico Thomas Pieters (-5), anche oggi incappato in una serie negativa a cavallo tra la 6 e la 7, dove ha collezionato rispettivamente un triplo e un doppio bogeys. Discreta infine la prestazione del detentore del titolo, il tailandese Thongchai Jaidee, il quale si è fermato a -11, risultato molto lontano dal -17 con cui si impose nella passata edizione.

Venendo al capitolo italiani, il migliore è stato Renato Paratore il quale ha chiuso 22° a -11, frutto di un ottimo -5 odierno che riscatta la prestazione opaca di ieri conclusa con il par. Bene anche Edoardo Molinari autore di un costante -3 in tutte e tre le tornate, a testimonianza dunque di un andamento continuo caratterizzato da pochi bogeys. Chiudono entrambi a -7 sotto il par sia Nicolò Ravano che Francesco Laporta, oggi apparsi un pochino opachi dopo le grandi prestazioni dei giorni precedenti, tant’è che i nostri portacolori hanno completato le 18 buche in 71 colpi.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Profilo Twitter European Tour

Lascia un commento

Top