Golf, Open d’Italia 2016: pioggia sul Parco di Monza, ma che partenza per Francesco Molinari!

Francesco-Molinari-Golf-Valerio-Origo.jpg

Esordio bagnato, esordio fortunato. È proprio il caso di rispolverare un antico proverbio per descrivere la partenza sprint di Francesco Molinari nel primo giro degli Open d’Italia 2016. Il temporale che si è abbattuto stamattina sul Golf Club Milano ha scombussolato i piani dei partecipanti, costringendoli a qualche ora di attesa prima di dare inizio alla sfida sul prato verde del Parco di Monza. A mettersi in mostra, finora, è stato soprattutto il più giovane dei fratelli Molinari, autore di uno strepitoso -6 al termine delle 18 buche previste. Il vincitore dell’Open d’Italia 2006 ha tutta l’intenzione di ripetersi a dieci anni di distanza da quel successo che lo proiettò improvvisamente ai vertici del golf internazionale e per ora è secondo in classifica con un colpo di ritardo sullo svedese Rikard Karlberg (64 colpi), detentore del torneo apparso ancora decisamente a suo agio in terra lombarda, e uno di vantaggio sulla coppia formata dallo spagnolo Adrian Otaegui e sullo svedese Robert Karlsson, fermi a -5. In questo avvio, sono tanti i favoriti della vigilia che stanno deludendo le attese, a partire da Lee Westwood, che nei giorni scorsi aveva snobbato il torneo e attualmente nviaggia con un solo colpo sotto al par. Fa peggio di lui il sudcoreano Y.E. Yang, tra i protagonisti più attesi della competizione. Altrettanto deludenti sono finora le prove di tre estrosi talenti europei, gli spagnoli Rafa Cabrera Bello (-1) e Miguel Angel Jimenez (-2) e il belga Nicolas Colsaerts (-2), in genere capaci anche di rimonte epiche nella seconda parte del torneo. Eccellente finora la prestazione dell’amateur azzurro Federico Zucchetti, capace di piazzarsi alle spalle dei primi quattro con un dignitosissimo -4 che lo proietta in alto a pari merito con ben otto atleti. La classifica, in ogni caso, potrebbe essere stravolta stasera quando faranno il loro ingresso in campo i principali aspiranti al successo finale, il tedesco Martin Kaymer e l’inglese Danny Willett, il cui percorso avrà inizio alle 18.40. Tra le fila azzurre, c’è attesa per la prova di Edoardo Molinari (18.10), Nino Bertasio (18.20) e soprattutto Matteo Manassero (18.50), smaniosi di insidiare il proprio connazionale e di provare a restargli in scia nei piani alti della classifica.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Lascia un commento

Top