Golf, Open d’Italia 2016. Manassero: “Il campo bagnato favorisce i punteggi bassi”

10995705_946289045403504_79337233673290925_n.jpg

Reduce da un avvio di gara tutt’altro che entusiasmante, Matteo Manassero appare comunque fiducioso per il prosieguo di un torneo che finora non lo ha visto tra i protagonisti. Dopo un primo giro con 17 par e un birdie, il talento di Negrar ha completato le prime 12 buche del secondo giro con 8 par, due birdie, un bogey e un sanguinoso double bogey alla buca 13 che lo relega ora a distanza notevole dal vertice della graduatoria. “Sto facendo fatica, ma il gioco è ottimo. – ha dichiarato Manassero – Deve sbloccarsi qualcosa e poi sono certo che migliorerò il mio punteggio. Finora non ho quasi mai dovuto salvare il par in situazioni particolarmente complesse, anche se ho mancato due green. Adesso però è inutile pensarci. Preferisco focalizzarmi sul fatto che mi sto esprimendo bene e che tutto può ancora cambiare”. I primi della classifica parziale hanno ottenuto punteggi molto bassi, il che riduce drasticamente le chances di rimonta del veneto. “Il campo è bagnato e questo fattore rende tutto più semplice. – ha spiegato Manassero – La palla si ferma dove batte a terra e i rimbalzi anomali non si verificano praticamente mai. È inevitabile che gli score siano molto bassi”.

Di ben altro spessore è stata la prestazione sfoderata da Richard Green, autore di un eccellente -8 che lo proietta al terzo posto provvisorio dopo due giri. “Sono stato fortunato. – ha ammesso l’australiano – In molti non hanno ancora completato il secondo giro e altri non lo hanno neppure iniziato. Le condizioni climatiche erano perfette sia al mattino che nel pomeriggio, poi è arrivata la pioggia quando ormai già ero all’ultima buca. Mi dispiace per gli altri ma funziona così. La fortuna va capitalizzata e stavolta sono riuscito ad approfittarne al meglio”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Matteo Manassero Federgolf

Lascia un commento

Top