Ginnastica, Vanessa Ferrari tra gesso e stampelle. “Non ho intenzione di ritirarmi: il programma per recuperare il tendine”

Vanessa-Ferrari-Assoluti-2.jpg

Vanessa Ferrari si è operata al tendine d’Achille nella giornata di ieri. L’intervento chirurgico, effettuato a Brescia dal Professor Zattoni, è riuscito e ora inizia la lunga fase di recupero. La Campionessa del Mondo 2006 non intende ritirarsi, vuole regalarsi l’ennesima chance per poter stupire ed è proprio per questo motivo che ha scelto di andare sotto i ferri per tornare pienamente in forma.

È un’operazione per il suo futuro ed è la stessa ginnasta che ha elencato alla Gazzetta dello Sport i vari step della riabilitazione:Per dieci giorni avrò il gesso, successivamente un mese senza appoggiare il piede e infine altri due mesi dove potrò solo appoggiare il piede e non fare altro”. In sostanza Vanessa recupererà un parziale stato di forma solo in vista del Natale, poi a inizio 2017 dovrà fare le dovute valutazioni.

Non ho intenzione di ritirarmi, il mio programma prevede un recupero completo del tendine e una dura preparazione fisica per tornare al top. Spero vivamente che questo intervento mi possa ridare la stabilità che mi manca da tempo”. Parole che confortano tutti gli appassionati del circuito e che sanno bene che senza la ginnasta italiana più forte di tutti i tempi tutto sarebbe diverso: “Non voglio essere la vecchietta che non dà spazio alle giovani, voglio essere lì perché me lo merito e perché faccio risultati, chiaramente se il mio fisico regge”.

Ricordiamo gli appuntamenti clou della prossima stagione di ginnastica artistica: gli Europei a Cluj (Romania) a inizio primavera e i Mondiali a Montreal (Canada) a inizio autunno, senza dimenticare i Giochi del Mediterraneo a inizio estate nella competizione che nel 2005 fece nascere la magia della Cannibale di Orzinuovi. In mezzo alcune tappe di Coppa del Mondo di specialità e i consueti appuntamenti italiani.

 

Tag

Lascia un commento

Top