Equitazione, Global Champions Tour 2016: Ehning vince a Vienna, a Gaudiano la sei barriere

Equitazione-Marcus-Ehning-wikipedia.jpg

Il CSIO cinque stelle di Vienna ha ospitato quest’oggi la gara valida come penultima tappa del Global Champions Tour 2016, in attesa della finale che si terrà nel mese di novembre a Doha. Nella capitale austriaca si è imposto il quarantaduenne tedesco Marcus Ehning, che quest’anno aveva già vinto a Madrid: in sella a Comme il faut, il teutonico ha chiuso il suo triplo percorso netto con un tempo finale di 38″67, precedendo la connazionale Janne-Friederike Meyer su Goja (39″68) ed il francese Simon Delestre su Chesall Zimequest (40″18). Distanti gli italiani, tutti eliminati al termine della prima manche, con Alberto Zorzi e Fair Light van’t Heike che hanno ottenuto il miglior piazzamento azzurro, ventesimi (1 / 80″01).

Decimo quest’oggi in sella a Casall Ask, lo svedese Rolf-Göran Bengtsson conserva la prima posizione nella classifica generale con 272 punti e solamente cinque lunghezze di vantaggio sull’amazzone australiana Edwina Tops-Alexander, già due volte vincitrice del Global Champions Tour. Terzo posto per Christian Ahlmann (232 punti), mentre l’azzurro Emanuele Gaudiano è dodicesimo con 157 punti.

CLASSIFICA GENERALE GLOBAL CHAMPIONS TOUR 2016
1 Rolf-Göran Bengtsson SWE 272.00
2 Edwina Tops-Alexander AUS 267.00
3 Christian Ahlmann GER 232.00
4 Bertram Allen IRL 221.00
5 Simon Delestre FRA 204.00
6 Harrie Smolders NED 200.00
7 Daniel Bluman COL 195.00
8 Ludger Beerbaum GER 194.00
9 Kevin Staut FRA 192.00
10 Olivier Philippaerts BEL 160.00
11 Lauren Hough GBR 158.00
12 Emanuele Gaudiano ITA 157.00
13 Maikel van der Vleuten NED 151.00
14 John Whitaker GBR 146.00
15 Scott Brash  GBR 145.00

In precedenza si era tenuta una prova contro il tempo vinta dal francese Julien Épaillard, che in sella a Tradition de la Roque con un percorso netto completato con il crono di 56″59. Secondo posto per l’austriaco padrone di casa Max Kühner su Electric Touch (59″35), mentre a completare il podio è stato l’olandese Marc Houtzager su Sterrehof’s Bylou (60″42).

Nella giornata di ieri, il concorso si era aperto con una prova in due fasi contro il tempo, vinta dal britannico John Whitaker su Echo Of Light, autore di un doppio netto con il tempo finale di 36″56, precedendo lo spagnolo Gonzalo Añón Suarez su AD Amigo B (37″38) e l’austriaco Gerfried Puck su Bo (37″76). L’azzurro Emanuele Gaudiano si è invece aggiudicato la prova delle sei barriere in sella a Guess 6, salendo sul gradino più alto del podio a pari merito con il tedesco Marcus Ehning su Cordynox. Terzo posto per tre binomi: il tedesco Marco Kutscher su Klenur, l’olandese Leopold van Asten su VDL Groep Alexia Z e l’israeliana Danielle Goldstein su Czerny N.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top