Doping: il CIO squalifica Abakumova da Pechino 2008, Cîrîcu positivo a Londra 2012

Sollevamento-pesi-Anatolie-Cîrîcu.jpg

Si aggiungono nuovi capitoli alle vicende riguardanti i casi doping dei Giochi Olimpici di Pechino 2008 e di Londra 2012. Il Comitato Olimpico Internazionale ha infatti ufficializzato la squalifica di Marija Abakumova, la giavellottista russa che aveva vinto la medaglie d’argento a Londra 2012. La russa è risultata positiva al turinabol, e perderà la sua medaglia in favore della tedesca Christina Obergföll, mentre sul terzo gradino del podio salirà la britannica Goldie Sayers. Ricordiamo che il titolo olimpico era stato conquistato dalla ceca Barbora Špotáková.

Oltre alla trentenne Abakumova, il cui nome era già trapelato in precedenza, il CIO ha squalificato anche Inga Abitova, sesta dei 10.000 metri a Pechino 2008, Denis Alexeev, ventitreesimo dei 400 metri a Pechino 2008, ed Ekaterina Gnidenko, ciclista giunta ottava nella prova del keirin a Londra 2012.

Dal canto suo, invece, la International Weightlifting Federation (IWF) ha fatto sapere che il moldavo Anatolie Cîrîcu è risultato positivo in occasione delle analisi effettuate sui campioni di Londra 2012. L’atleta perderà dunque la sua medaglia di bronzo, che sembrava dover divenire addirittura un oro, visto che in precedenza erano già stati squalificati il kazako Ilya Ilyin ed il russo  Aleksandr Ivanov: a questo punto, il podio dovrebbe cambiare completamente, considerando che tra gli squalificati figura anche l’azero Intiqam Zairov, che fu sesto. Salvo ulteriori squalifiche, il podio potrebbe così essere composto dal russo Andrey Demanov, dall’iraniano Saeid Mohammadpour e dal kazako Almas Uteshov.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top