Ciclismo, Paralimpiadi Rio 2016 – Zanardi dopo l’argento: “Ho corso di testa ma sono mancate le braccia”

Schermata-2016-08-29-alle-14.52.46.png

Non voglio cercare scuse, Ernst (Van Djk, ndr) è un grande atleta e un grande sprinter. Da lui avevo già perso“. Esordisce così Alex Zanardi ai microfoni di RaiSport dopo l’argento nella prova in linea del ciclismo categoria H5 di cui era campione olimpico e mondiale in carica. “Accetto la sconfitta, va benissimo il secondo posto – ammette -. Tecnicamente il percorso era durissimo, ero stanco, lo sapevo già da stamattina. Ero cotto e sono arrivato secondo, è un grandissimo risultato. Il miglior Alex avrebbe vinto, invece oggi ero vuoto. Ho corso bene tatticamente ma non riuscivo a rispondere agli sprint. Tutti gli attacchi erano volti a me, mi guardavano. Io ho sempre cercato di proteggermi e di anticipare, però non ci vuole solo la testa, ma anche le braccia. Oggi le ho avute perché comunque sono arrivato secondo. Certo, mi sarebbe piaciuto fare il colpaccio anche oggi, ma ho dato il massimo e sono felice. Mi accontento“.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Wikipedia

Lascia un commento

Top