Ciclismo, Paralimpiadi Rio 2016: le speranze di medaglia dell’Italia

Nazionale-Paraciclismo-Rio-2016-FB-Luca-Mazzone.jpg

La fortissima squadra azzurra di paraciclismo in partenza verso Rio de Janeiro (Giancarlo Masini e Jenny Narcisi, gli unici due italiani a prendere parte alle competizioni su pista, sono già in Brasile, accompagnati dal vice del CT Valentini, Fabrizio Di Somma, e da due componenti dello staff, ndr) potrà contare su 15 rappresentanti complessivi.

In realtà erano quattro i nostri corridori qualificati per le gare in velodromo a Rio, perché oltre a Narcisi e Masini, avevano intascato il pass olimpico anche Andrea Tarlao (MC5) e Fabio Anobile (MC3), ma il nostro Commissario Tecnico ha preferito concentrare i loro sforzi nelle gare su strada dove hanno importanti chances di salire sul podio, sia nella crono che nella gara in linea. Mentre la concorrenza nelle due specialità previste in pista – km da fermo e inseguimento individuale – era davvero agguerritissima…

Le gare al Velodromo di Rio avranno inizio giovedì 8 settembre e vedranno subito in scena la Narcisi (WC4), mentre Masini inizierà il giorno successivo: 500 metri da ferma più inseguimento individuale, per la Narcisi, e chilometro da fermo più inseguimento individuale saranno le specialità nelle quali si cimenteranno i nostri due portacolori. Zona medaglie difficile da raggiungere, per loro due.

Per quanto riguarda le gare su strada, invece, bisognerà attendere fino a mercoledì 14 settembre con la disputa delle “cronometro”, sia per le handbikes che per biciclette, tandem e tricicli; il 15, 16 e 17 andranno infine in scena le gare in linea per tutte le categorie, individuali e di squadra (inclusa l’attesissima staffetta mista dell’handbike – Team Relay). Ma potrebbe trattarsi di una dolce attesa…

L’obiettivo minimo prefissato sarà quello di confermare il bottino “metallico” di Londra 2012, dove l’Italia del paraciclismo su strada fu la Nazione leader nella speciale graduatoria di categoria con ben 10 medaglie. Comunque non sarà facile superare i 4 ori-3 argenti-3 bronzi conquistati Oltremanica quattro anni fa, ma le frecce nell’arco di Mario Valentini sono tante e tutte in grado di centrare il bersaglio.

Nel settore handbike, Zanardi, Podestà, Mazzone, Cecchetto e la Porcellato sono tutti al vertice dei rispettivi ranking mondiali e i loro palmarès parlano da soli: questa è tutta gente che difficilmente tornerà dal Brasile senza nemmeno una medaglia al collo… Il nostro ciclismo sarà orfano di Roberto Bargna, che non potrà quindi difendere il suo oro londinese, tuttavia Fabio Anobile è profilo in costante ascesa e nella C3 maschile è uno dei più forti al mondo.

I tandem azzurri (Pizzi/Fantini e Bersini/Panizza) potranno finalmente sfruttare un percorso adatto alle loro caratteristiche, quindi è impossibile precludere obiettivi ambiziosi ai nostri quattro atleti. Nel triciclo Giorgio Farroni è il classico veterano che sa sempre come inserirsi nelle bagarre di vertice delle gare che davvero contano ed è corridore assai competitivo in senso assoluto, quindi sia nella corsa contro il tempo che in quella in linea.

Come avrete sicuramente captato, l’Italia del paraciclismo vola a Rio ambiziosa e forte dei risultati degli ultimi anni; consapevole di aver fatto il massimo possibile nel lungo periodo di preparazione, di non aver lasciato nulla al caso. Le eccellenze assolute non mancano, gli outsiders che avanzano prepotentemente neppure: incrociamo le dita, allora, e tifiamo i nostri portacolori in Brasile!

GLI AZZURRI DEL CICLISMO PER LE PARALIMPIADI DI RIO 2016

Addesi Pierpaolo – Team Go Fast
Anobile Fabio – Forestale Cicli Olympia Vittoria
Bersini Emanuele – Polisportiva Disabili Valcamonica
Cecchetto Paolo – Team Equa
Fantini Alessandro – G.C Melania (Pilota Tandem)
Farroni Giorgio – Forestale Cicli Olympia Vittoria
Masini Giancarlo – G.S. Fiamme Azzurre
Mazzone Luca – Circolo Canottieri Aniene
Narcisi Jenny – Team Equa
Panizza Riccardo – Team Comobike Asd (Pilota Tandem)
Pizzi Ivano – Forestale Cycli Olympia Vittoria
Podestà Vittorio – Asd A Ruota Libera Chiavari
Porcellato Francesca – G.C. Apre-Olmedo
Tarlao Andrea – G.S. Fiamme Azzurre
Zanardi Alessandro – Circolo Canottieri Aniene

giuseppe.urbano@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo FB Luca Mazzone

Lascia un commento

Top