Ciclismo, Paralimpiadi Rio 2016: Cecchetto sorprende tutti! Medaglia d’oro all’insegna del gioco di squadra

Paralimpiadi-Handbike-Paolo-Cecchetto.jpg

La classe H3 ha regalato una nuova medaglia d’oro all’Italia dell’handbike in occasione dei Giochi Paralimpici di Rio 2016: un esito che poteva essere pronosticato, ma a tagliare per primo la linea del traguardo non è stato il quotatissimo Vittorio Podestà, bensì Paolo Cecchetto.

I due azzurri hanno approfittato perfettamente della loro superiorità numerica nel gruppo di testa, sferrando attacchi alternati nel corso della gara e presentandosi all’ultimo chilometro nelle prime due posizioni. A questo punto, Podestà si è sacrificato in favore del compagno di squadra, tirando nella parte finale della gara fino a quando Cecchetto non ha dato il via al suo sprint, che l’ha visto staccare nettamente tutta la concorrenza. Il quarantanovenne lombardo conquista così la medaglia d’oro paralimpica davanti al tedesco Maximilian Weber ed al canadese Charles Moreau, mentre Podestà, già vincitore del titolo a cronometro, si accontenta questa volta della sesta posizione.

Al termine della gara, è stato lo stesso Cecchetto a svelare la tattica che i due azzurri avevano deciso di mettere in piedi: Podestà, sfruttando le sue grandi doti a cronometro, aveva il compito di tirare il gruppo negli ultimi due chilometri, mentre Cecchetto ha utilizzato le sue capacità nella guida del mezzo per uscire al meglio dall’ultima curva e risultare imprendibile per tutti gli avversari. Una vera vittoria di squadra.

Nella gara della classe H4 si è invece imposto il tedesco Vico Merklein, che ha preceduto il polacco Rafał Wilk ed il francese Joël Jeannot.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top