Ciclismo, Fabio Aru: “Questo Lombardia mi piace perché è impegnativo. Favoriti? Occhio ai colombiani”

Fabio-Aru-Ciclismo-2-Valerio-Origo.jpg

Il Lombardia 2016 avrà come sede d’arrivo la città di Bergamo, località nota a uno dei favoriti alla vigilia della gara: l’azzurro Fabio Aru, classe 1990, dell’Astana.

Ciononostante il sardo non si fida e, durante la ricognizione sul percorso di gara, emergono delle dichiarazioni piuttosto prudenti. “Su queste strade mi sono allenato per tanti anni ma questo Lombardia ha davvero un percorso duro. – confida Aru – E a questo punto bisogna vedere in che condizione saranno le gambe”. Il villacidrese prosegue:Questa edizione del Lombardia mi piace proprio perché il tracciato è impegnativo e poi l’arrivo è a Bergamo che considero un po’ la mia seconda casa” (dato il tanto tempo che il corridore ha trascorso in territorio lombardo durante i primi anni della sua carriera). E sul tratto distintivo di questa edizione del Lombardia, l’ascesa di Sant’Antonio Abbandonato, dice:L’ho fatta tante volte in allenamento ed è davvero dura ma non è da sottovalutare neanche la Boccola: dopo 240 chilometri anche un cavalcavia può far male!”.

Sui favoriti, infine, Aru non ha dubbi:Occhio ai colombiani, Esteban Chaves e Rigoberto Uran (il primo in forza alla Orica-BikeExchange, il secondo alla Cannondale-Drapac, ndr)”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Lascia un commento

Top