Ciclismo, Europei 2016: Elisa Longo Borghini, altro bronzo! Vince Van Der Breggen

Elisa-Longo-Borghini-2-Pier-Colombo.jpg

Ancora Italia! La spedizione azzurra festeggia il secondo bronzo di giornata ai Campionati Europei di ciclismo su strada a Plumelec (Francia) grazie ad una splendida Elisa Longo Borghini nella prova in linea elite femminile in una sfida aperta contro le migliori atlete del mondo.

Dopo una prima parte di gara molto combattuta, l’attacco che ha caratterizzato la prova è arrivato ad una cinquantina di chilometri dalla conclusione. Ad avvantaggiarsi sono state otto atlete: Séverine Eraud (Francia), Olena Pavlukhina (Azerbaijan), Anna Stricker (Italia), Nicole Hanselmann (Svizzera), Anisha Vekemans (Belgio), Emilia Fahlin (Svezia), Anna Plichta (Polonia) e Lucinda Brand (Olanda). Il loro vantaggio si è sempre mantenuto tra i 40” e il minuto, con il gruppo che ha controllato grazie in particolar modo all’azione della Gran Bretagna. Nonostante diversi attacchi, e la francese Eraud molto attiva, questo tentativo si è esaurito a 15 chilometri dal traguardo, di fatto all’ultimo passaggio sulla Côte de Cadoudal.

Proprio su questa breve ascesa, circa 2 chilometri all’8% di pendenza media, hanno attaccato Anna Van Der Breggen (Olanda), Alena Amialiusik (Bielorussia), Elisa Longo Borghini (Italia) e Katarzyna Niewiadoma (Polonia). Nonostante i grandi nomi presenti, anche questo tentativo si è esaurito nel giro di qualche chilometro, con il gruppo che si è presentato compatto e ancora molto folto ai chilometri finali. 

Sull’ultima ascesa Niewiadoma, Van Der Breggen e Longo Borghini hanno dimostrato ancora di essere le più forti in gara. La polacca ha rotto gli indugi una volta entrata nell’ultimo chilometro, seguita dalla campionessa olimpica e dall’azzurra, oltre che dalla bielorussa Amialiusik, più al gancio, a formare lo stesso quartetto del giro precedente. La Van Der Breggen ha lanciato una lunga volata di testa, una bellissima lotta a tre per il podio che l’ha vista precedere la Niewiadoma e un’ottima Longo Borghini, incisiva anche in una componente di gara che spesso l’ha vista in difficoltà in passato come lo sprint.

Per Elisa, 24 anni, si tratta del secondo bronzo pesante di questo 2016 dopo quello conquistato alle Olimpiadi di Rio. Un’ulteriore dimostrazione di come ormai sia tra i punti di riferimento del gruppo in campo internazionale in un podio che ha rispettato i valori in campo e i pronostici della vigilia, con le tre atlete più attese a spartirsi le prime tre posizioni.

Sesta posizione per Giorgia Bronzini, che ha vinto la volata del gruppo (quinta la lituana Leleivyte appena dietro le prime) davanti a Marianne Vos in un duello visto e rivisto nel corso degli anni.

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Foto: Pier Colombo

Lascia un commento

Top