Calcio, verso la terza giornata della Serie A

Dybala-Juventus-Calcio-Pagina-FB-Dybala.jpg

Superata la sosta dovuta alle amichevoli della nazionale, la Serie A tornerà il weekend successivo. Il terzo turno del campionato prevede il solito “spezzatino” di partite, con i primi due anticipi sabato 10 settembre, la partita alle 12:30 della domenica, il momento clou alle 15:00, il posticipo delle 20:45 e quello di lunedì sera. Sarà la prima giornata dopo la chiusura del calciomercato e quindi con le rose al completo le squadre dovranno iniziare a mettere sul campo le loro formazioni definitive. Vediamo allora come si presenteranno al prossimo impegno di campionato.

Juventus – Sassuolo
Sabato 10 settembre – Ore 18:00
La squadra di Allegri si presenta già come capolista, sebbene insieme alle due genovesi, e si gioca con il Sassuolo la possibilità di staccarle nonché tenere a distanza le altre rivali. Giocare presto (a causa dell’inizio della Champions League) sarà probabilmente un vantaggio e in caso di vittoria riuscirà a mettere già sotto pressione le avversarie. Un’eventualità probabile, visto che la sua vittoria è data a 1.35, quando anche il solo pareggio è dato a 4.60.

Per il Sassuolo una partita sicuramente scomoda, che arriva dopo la “storica” sconfitta a tavolino contro il Pescara (dopo il 2-1 sul campo). Il ricorso presentato dalla squadra emiliana è ancora aperto, ma difficilmente riuscirà a recuperare quei 3 punti. Ed è molto difficile che riesca a farlo allo Stadium, a maggior ragione per l’assenza di Domenico Berardi, indisponibile per l’infortunio capitato contro il Pescara.

Palermo – Napoli
Sabato 10 settembre – Ore 20:45
Ancora orfano di Giaccherini, il Napoli si affida a Milik, che ha già dato dimostrazione di forza nelle prime giornate di campionato. Deve recuperare il passo falso di Pescara e mettere in campo una difesa in grado di reggere l’urto: 4 gol sono tanti per una squadra che punta allo scudetto. I bookmaker sembrano ignorare che i partenopei giocheranno fuori casa e li danno vincenti a 1.40.
Il Palermo arriva dopo una soddisfacente prova contro l’Inter, ma deve ancora trovare una sconfitta, e le premesse non sono le migliori: il tecnico Ballardini ha rassegnato le dimissioni. L’epopea di Zamparini e i suoi allenatori sembra non avere mai fine. La speranza per i rosanero è di riuscire a ignorare le polemiche e continuare sul solco del gioco mostrato nelle prime due giornate.

Bologna – Cagliari
Domenica 11 settembre – Ore 12.30
Rossoblu contro rossoblu. Due squadre che si assomigliano anche nel percorso a intermittenza tra Serie A e B, mentre in campo si presenta con due moduli diversi: 433 per Donadoni che mette al centro del proprio attacco Mattia Destro, 352 per Rastelli che ha come estremità offensive Borriello e Sau.
La squadra di casa dovrebbe mettere tra i pali il nuovo arrivato Gomis, acquistato in fretta e furia dopo l’indisposizione del portiere Mirante, dovuta a problemi cardiocircolatori che lo terranno fuori dal campo almeno un paio di settimane, sempre che riceva poi l’ok dai medici. Il Cagliari arriva dal buon pari contro la Roma, ma ha solo un punto e necessità di riscattarsi.

Atalanta – Torino
Domenica 11 settembre – Ore 15
La partita allo stadio Atleti Azzurri d’Italia segnerà l’esordio in Serie A del portiere granata Joe Hart, ultima (ma non unica) ragione dell’entusiasmo dei tifosi del toro, squadra che comunque arriva da una bella vittoria contro il Bologna.
L’Atalanta è una delle poche squadre ancora a 0 punti, dopo le sconfitte comunque di misura contro Lazio e Sampdoria. Ha dimostrato però vigore e cercherà di rovinare la festa della squadra ospite. Non ci sorprende che le previsioni siamo molto equilibrate, con le vittorie delle rispettive squadre a 2.75 e 2.60.

Chievo – Lazio
Domenica 11 settembre – Ore 15
Le due squadre si presentano a pari punti, ma la bilancia pende dalla parte della squadra capitolina (la cui vittoria è data a 2.40), che probabilmente confermerà Ciro Immobile come centrale d’attacco. Nel frattempo Lucas Biglia ha il rinnovo sul tavolo, insomma in chiusura di contrattazioni la Lazio sembra una squadra più solida dell’anno scorso.
Il Chievo potrebbe schierare de Guzman, centrocampista della nazionale olandese in prestito dal Napoli che ha sorpreso tutti di recente con la scelta della maglia numero 1 (il portiere Sorrentino ha il 70). Sfumato invece Osvaldo, attaccante ex Inter che ha preferito…diventare un cantante.

Genoa – Fiorentina
Domenica 11 settembre – Ore 15
La squadra ligure si presenta come capolista, sebbene abbia vinto contro due squadre appena promosse dalla serie cadetta. Dovrà dunque dimostrare il suo valore contro una Fiorentina che ha perso la prima contro la Juventus senza particolari demeriti e ha vinto di misura contro il Chievo.
Dal calciomercato è arrivato Lucas Orban per il Genoa, che potrà schierarlo per rafforzare la propria fase difensiva. A Firenze invece è sfumato il ritorno di Stephan Jovetic, che al momento è destinato a rimanere ai margini della squadra nerazzurra.

Milan – Udinese
Domenica 11 settembre – Ore 15
La fase difensiva è ancora un problema per la squadra milanese, ma nonostante la sconfitta a Napoli l’impressione è che grazie a Montella (e alla nuova società?) possa riuscire a fare nettamente meglio dalla stagione scorsa.
A proposito di proprietà, il patron dell’Udinese Gino Pozzo ha recentemente allontanato le voci di un interessamento della Red Bull, probabilmente motivato dai 230 milioni di plusvalenza dei conti della squadra friulana, la quale gode ancora delle vendite di giocatori come Benatia.

Roma – Sampdoria
Domenica 11 settembre – Ore 15
Probabilmente il big match della terza giornata di campionato. La Roma ha molto da farsi perdonare: pari con il Cagliari a parte, l’esclusione dalla Champions League brucia ancora e continuerà a farlo per molto.
I doriani arrivano invece da due vittorie consecutive contro squadre solo marginalmente meno forti e titolate, daranno quindi certamente filo da torcere ai giallorossi, anche se la fame di vittorie della Roma la dà vincente a 1.40, praticamente come la Juventus contro il Sassuolo.

Pescara – Inter
Domenica 11 settembre – Ore 20:45
Tra le grandi, l’Inter è certamente la squadra che ha più bisogno di riscatto in campionato. In questo senso il Pescara potrebbe sembrare l’agnello sacrificale, ma ai nerazzurri vengono comunque attribuite meno chance rispetto al Napoli contro il Palermo.
Da parte sua il Pescara può vantare un buon pareggio contro il Napoli nella giornata d’esordio e la ormai nota vittoria a tavolino contro il Sassuolo, sentenza che però potrebbe ancora essere ribaltata.

Empoli – Crotone
Lunedì 12 settembre – Ore 20:45
Si chiude con due squadre ancora a zero punti, e con i calabresi alla ricerca dei primi in Serie A: contro Bologna e Genoa non hanno avuto fortuna, se non andrà bene contro l’Empoli dovranno poi vedersela con il Palermo e poi la Roma… L’obbiettivo è non fare la fine del Carpi dell’anno scorso.
L’Empoli farà affidamento a Saponara e alla coppia d’attacco Pucciarelli Maccarone per scardinare la difesa degli ospiti, senza dimenticare che in panchina sarà a disposizione Gilardino, colpo del mercato degli azzurri.

Lascia un commento

Top