Calcio, settima giornata Serie A 2016-2017: Roma-Inter il piatto forte della domenica

Totti-calcio-foto-pagina-fb-ufficiale-roma.jpg

Le partite della settima giornata di campionato. Pescara-Chievo e Udinese-Lazio gli anticipi di sabato. Roma-Inter il gran finale.

Pescara-Chievo

La squadra di Massimo Oddo gioca bene ma non vince, quantomeno sul campo. Privo dello squalificato Zampano e degli infortunati Gyomber, Coda, Pepe e Bahebeck, il Pescara affronta il Chievo Verona. Rolando Maran dovrebbe puntare sul trio d’attacco Birsa-Meggiorini-Inglese, con Castro, Radovanovic e Hetemaj in mezzo. Gli ultimi due precedenti, disputatisi fra A e B, sono terminati col successo per 2-0 a favore degli ospiti.

Udinese-Lazio

Nell’anticipo delle 20.45 contro la Lazio, Beppe Iachini è pronto a proporre delle novità rispetto alle ultime uscite. I nomi più gettonati sono quelli di Armero al posto di Adnan sulla fascia sinistra e di Seko Fofana in mediana per Badu. In attacco  Perica e Zapata sono pronti a ritornare titolari. Tra i biancocelesti assenti Marchetti, Biglia, Bastos e Basta. Su 37 partite disputate 13 sono a favore dell’Udinese, altrettante a favore della Lazio e 11 le gare finite in parità.

Empoli-Juventus

Tutto esaurito allo stadio Carlo Castellani. Davide contro Golia con l’armata di Massimiliano Allegri a caccia del terzo successo consecutivo in campionato. Non aiuta l’emergenza in difesa della squadra di Martusciello: sicuramente out Laurini e Barba,  pure Costa dovrebbe dare forfait. I precedenti: la prima vittoria azzurra in A nei confronti dei bianconeri porta la firma di Johnny Ekstroem (’87/88), la seconda di Bianconi (’99/2000). Negli altri 8 match, sei vittorie bianconere e due pareggi.

Atalanta-Napoli

Il successo contro il Crotone ha permesso a Giampiero Gasperini di proseguire il lavoro sulla panchina degli orobici. I nerazzurri contro il Napoli dovranno tuttavia fare a meno della loro stella Franck Kessié, espulso lunedì per un fallo su Dussenne. Tra i partenopei possibile maglia dal primo minuto per Manolo Gabbiadini, sbloccatosi nell’ultimo turno contro il Chievo.

Bologna-Genoa

Vuole la quarta perla casalinga la squadra di Roberto Donadoni. Problemi di abbondanza per l’ex tecnico della nazionale che potrà di nuovo fare affidamento su Federico Di Francesco e Federico Viviani. Sulla fascia sinistra ballottaggio fra Vasilis Torosidis e Adam Masina mentre per quanto riguarda gli altri dieci titolari probabile conferma della formazione che tanto bene ha fatto a San Siro. Piena emergenza invece per Ivan Juric che dovrà fare a meno degli squalificati Pandev ed Edenilson oltre che degli infortunati Pavoletti, Ocampos e Orban.

Cagliari-Crotone

Grande opportunità per i sardi di salire nella parte sinistra della classifica. Al Sant’Elia arriva il Crotone, fanalino di coda del campionato con appena un punto in sei giornate. Gara fondamentale sopratutto per Davide Nicola, a forte rischio esonero dopo la batosta subita contro l’Atalanta. I padroni di casa sono invece reduci dal rocambolesco successo contro la Samp, sono imbattuti al Sant’Elia e godono dell’imbarazzo della scelta sopratutto in attacco, rinforzato dal ritorno di Federico Melchiorri. Nel precedente di Serie B della passata stagione gli isolani si imposero 4-0.

Sampdoria-Palermo

La papera di Viviano al Sant’Elia è costata un punto alla Sampdoria di Marco Giampaolo. Errore del portiere a parte, a Cagliari si è tuttavia visto un possesso palla sterile, con la squadra capace di rendersi pericolosa soltanto dai calci piazzati. Probabile quindi qualche accorgimento in vista della sfida contro il Palermo, squadra terzultima in classifica ma in crescita dopo l’inizio burrascoso. Tra i rosanero la punta titolare dovrebbe tornare ad essere Nestorovski. Sono 28 i match disputati al Ferraris fra Sampdoria e Palermo, con un bilancio che vede 13 vittorie Samp, 9 pareggi e 6 vittorie del Palermo.

Milan-Sassuolo

Previsto qualche cambio da parte di Vincenzo Montella per dare continuità di risultati. Contro il Sassuolo, reduce dalla batosta in terra belga, il tecnico campano potrebbe cambiare qualcosa a centrocampo con l’innesto dell’argentino Sosa al posto di uno tra Kucka e Riccardo Montolivo. Due vittorie del Milan (entrambe per 2-1) e una del Sassuolo i precedenti a San Siro.

Torino-Fiorentina

37 vittorie del Torino, 12 della Fiorentina e 12 pareggi. Classica di campionato al Comunale con i granata che vogliono il bis davanti al proprio pubblico. Gli uomini di Mihajlović da tenere d’occhio saranno sopratutto Boye e Barreca, quest’ultimo terzino sinistro di grande spinta che potrebbe far comodo in futuro anche alla nazionale. Ottimo anche il morale della Fiorentina che in Europa League ha trovato reti e bel gioco.

Roma-Inter

83 precedenti all’Olimpico: 33 vittorie della Roma, 27 dell’Inter, 23 pareggi all’Olimpico. Difficile fare un pronostico tra due squadre altalenanti sin dalle amichevoli estive. Quasi certo l’utilizzo di Joao Mario, pronto a riprendersi il posto in mediana a fianco di Medel nel 4-2-3-1 che Frank De Boer adotterà contro i giallorossi. Probabile ingresso a partita in corso per Totti, utilizzato per tutti i 90′ minuti in Europa League.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top