Calcio, qualificazioni Europei 2017 Under 21: Cerri ipoteca la Polonia, Italia-Serbia è ancora 1-1

Alberto.Cerri_..calcio..foto_.fb_.000.cerri_.jpg

Come all’andata, l’Italia Under 21 impatta 1-1 con la Serbia ma rimane saldamente al comando del girone 2 di qualificazione agli Europei 2017 in programma il prossimo giugno in Polonia. Niente festa anticipata anche in caso di mancata vittoria della Slovenia dalle 20.30 in Irlanda, ma i due impegni finali, contro Andorra e Lituania, lasciano più che ottimisti verso il primo posto sempre conservato da un anno a questa parte.

Gli azzurrini sono un diesel e Luigi Di Biagio lo sa. Ieri in conferenza stampa il ct aveva avvertito sui possibili rischi nel sottovalutare l’impegno aggiungendo, con piena verità, che per l’Italia è impossibile poter gestire la partita. Il meglio arriva infatti con il pedale dell’acceleratore premuto. Ma nel primo tempo questo non avviene: la Serbia domina a centrocampo e riparte velocemente con l’unica punta Cavric. Cragno e Caldara ci mettono più di una pezza ma alla fine, minuto 33, un gran destro in diagonale del terzino Gajic porta in vantaggio i balcanici, guidati a centrocampo da una super prestazione del laziale Milinkovic-Savic. Predominio concretizzato dopo il palo di Maksimovic direttamente da calcio d’angolo al 21′ e nonostante due buone occasioni azzurre firmate da Rosseti e Cataldi a cavallo del 10′.

Al 50′ Romagnoli si rende pericoloso su palla inattiva: l’Italia si scuote. A cambiare definitivamente le sorti dell’incontro è il primo cambio di Di Biagio, che al 52′ getta nella mischia Di Francesco (figlio dell’allenatore del Sassuolo Eusebio) al posto di uno spento Benassi. Passano due minuti e Rosseti viene abbattuto in area: rigore che Cerri non sbaglia. 1-1 e Italia pienamente in partita: adesso ci sono più spazi (ma anche per la Serbia) e le squadre si allungano. C’è spazio pure per Pellegrini che rileva Verre. Al 73′ Murru sfiora il palo rientrando sul destro, sessanta secondi più tardi Milinkovic-Savic – portiere serbo, omonimo del laziale – esce in maniera provvidenziale su uno scatenato Di Francesco.

L’ultimo quarto d’ora è aperto a ogni esito: ci prova di testa il migliore in campo, il solito Milinkovic-Savic, ma Cragno blocca in tuffo. Ricci per Rosseti all’84’ è l’ultima mossa di Di Biagio per archiviare il discorso qualificazione, mail brivido conclusivo è ancora per l’Italia con Lazic che crea scompiglio su punizione. Finisce 1-1 e il ct può comunque essere soddisfatto per il risultato: gli Europei 2017 sono davvero a un passo.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace alla pagina “La storia dell’Italia nelle fasi finali di Mondiali ed Europei

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Facebook Cerri

Lascia un commento

Top