Calcio, Europa League 2016-2017: italiane chiamate al riscatto nella seconda giornata

Luciano-Spalletti-Roma-calcio-foto-pagina-fb-ufficiale-Rom.jpg

Due settimane fa ha vinto soltanto il Sassuolo, e in che maniera: 3-0 all’Athletic Bilbao per dimostrare agli scettici che la campagna europea degli emiliani sarà molto più seria e competitiva del previsto. Bene così. La squadra di Eusebio Di Francesco, che domenica è tornata a vincere anche in Serie A nonostante metà rosa in infermeria, cercherà il bis domani alle 21.05 in Belgio, contro il Genk che nella prima giornata ha perso 3-2 a Vienna contro i padroni di casa del Rapid. Non sarà facile, ma i neroverdi vogliono continuare a stupire.

Tutte le altre tre italiane impegnate in Europa League, invece, sono chiamate al riscatto. In primis l’Inter, incredibilmente battuto per 2-0 a San Siro dall’Hapoel Beer Sheva a tre giorni dal successo in rimonta per 2-1 sulla Juventus. Da quel ko Frank De Boer ha saputo rialzarsi nel migliore dei modi imparando anche a fidarsi (e a non farlo, in alcuni casi) dei suoi uomini. Ora i nerazzurri sono una squadra e il potenziale offensivo permette sogni importanti. Per non abbandonare subito le ambizioni europee, tuttavia, sarà fondamentale vincere domani a Praga contro lo Sparta, reduce dal ko per 3-0 a Southampton. Fattibile, salvo interismi.

Poi ci sono Roma e Fiorentina, entrambe bloccate sul pareggio all’esordio. I giallorossi vivono una situazione complicata, tra le polemiche per il caso Totti – smorzate soltanto dai 40 anni del capitano festeggiati ieri – e la solita partenza altalenante in Serie A. Dopo l’1-1 ceco con il Viktoria Plzen i rumeni dell’Astra Giurgiu sembrano la classica cenerentola da ingoiare in un sol boccone, battuti tra le mura amiche dall’Austria Vienna per 3-2. Eppure la storia recente della Roma in Europa ricorda che spesso e volentieri sono proprio gli avversari meno blasonati a infliggere le batoste peggiori. Fischio d’inizio alle 21.05, attenzione. I viola, invece, ospiteranno alle 19 gli azeri del Qarabag reduci dal 2-2 con lo Slovan Liberec. Un’occasione di lusso per mettersi alle spalle lo 0-0 di Salonicco. Anche il ranking Uefa potrebbe ringraziare.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina ufficiale Facebook Roma

Lascia un commento

Top