Calcio a 5, Mondiali Colombia 2016: gli azzurri ai Raggi X

Italia_calcio-a-cinque_cassella_Divisione.jpg

E’ sempre più imminente l’inizio del Mondiale 2016 in Colombia e il ct della nazionale italiana Menichelli ha reso note le sue scelte in vista dell’avventura sudamericana convocando 14 giocatori.

Scopriamo meglio chi sono:

PORTIERI:

Stefano Mammarella – Nato il 2/2/1984 – Acqua&Sapone: il portierone azzurro è tra gli estremi difensori più forti del torneo. I numeri parlano per la sua carriera: un oro europeo, un bronzo europeo e un bronzo mondiale. Tre volte Futsal Awards. Guanto d’oro ai Mondiali 2012. Campione continentale per club nel 2010/2011 con il Montesilvano. E’ uno dei leader dell’Italia.

Michele Miarelli
– Nato il 29/4/1984 – Luparense: è il secondo portiere della nazionale da più di un lustro. Stabilmente nel giro della nazionale, ha partecipato ai Mondiali 2012 in Thailandia.

Francesco Molitierno
– Nato il 14/10/1989 – Carlisport Cogianco: romano girovago, ha trovato la sua dimensione prima alla Lazio e ora a Cogianco. Nel 2014 ha vestito per la prima volta la maglia azzurra.

GIOCATORI DI MOVIMENTO

Paolo Cesaroni – Nato il 10/04/1991 – Real Rieti: dopo aver cambiato tante casacche ha trovato la sua dimensione in Serie A con la maglia reatina. E’ un laterale di abnegazione, che con il suo impegno costante è stato bravo a costruirsi la convocazione dopo l’esordio in azzurro avvenuto lo scorso anno.

Marco Ercolessi
– 15/5/1986 – Pescara: uno dei veterani della squadra. Difensore, veste l’azzurro dal 2009, ma già dal 2003 è nel giro delle nazionali giovanili. Ha, insomma, la maglia della Nazionale tatuata sulla pelle, come dimostrano i 100 caps trovano qualche giorno fa nel test amichevole contro l’Ucraina. E’ un vincente: si è preso, con tre squadre diverse  tre scudetti. Ora fa la fortuna della squadra biancazzurra.

Rodolfo Fortino
– 30/4/1983 – Sporting Lisbona (Portogallo): il bomber naturalizzato dal Brasile ha scelto, un paio di estati fa, l’avventura lusitana. E’ un pivot che gioca per l’Italia dal 2010. Nel bronzo iridato del 2012 e nel titolo europeo del 2014 è stato un elemento determinante con la sua presenza offensiva.

Daniel Giasson – 24/8/1987 – Lazio: laterale nato in Brasile che sa vedere la porta, ha origine venete e ha siglato il definitivo 3-1 nella finale contro la Russia degli Europei 2014. Solo per questo è già tra i nomi più celebri. E’ in Nazionale dal 2009, dopo l’argento alla manifestazione under 21 del 2008.

Humberto Honorio – 21/7/1983 – Luparense: altro naturalizzato che dal 2006 milita nelle fila della Luparense con cui ha vinto cinque scudetti; ed è anch’egli tra i reduci del trionfo di Anversa 2014. Dopo la rottura del crociato nel 2015, è tornato ai suoi soliti grandi livelli riuscendo a svolgere un lavoro di raccordo offensivo con pochi eguali nel mondo.

Carlos Dos Santos Vinicius (Kakà)
– 19/2/1987 – Kaos Futsal: brasiliano naturalizzato, ha esordito in Nazionale solo l’anno scorso. E’ un difensore roccioso, tra i protagonisti della finale scudetto (poi persa) degli emiliani nel 2014-2015. Finalmente corona il sogno di giocare per l’Italia in una competizione internazionale, dopo l’esclusione degli Europei di Serbia di inizio anno.

Luca Leggiero – 11/11/1984 – Pescara: nato in Puglia, è tra i punti fermi dell’Italia fin dal 2011. Di ruolo centrale, sta facendo anche le fortune del Pescara di Fulvio Colini, con i quali ha vinto campionato e Supercoppa Italiana raggiungendo la Final Four di Uefa Futsal Cup in questa prima parte di 2016. Dopo aver saltato gli Europei, Menichelli ha deciso di tornare a fidarsi della sua esperienza.

Gabriel Lima – 19/8/1987 – Acqua&Sapone: il capitano non ha bisogno di presentazioni. Anch’egli naturalizzato dal Brasile, è un’autentica leggenda del futsal italiano. Le statistiche dicono: 38 presenze e 29 gol con l’Italia under 21 tra il 2004 e il 2008 e 82 partite con 43 reti con la Nazionale maggiore. Ha alzato per primo il trofeo internazionale ad Anversa nel 2014 e ora insieme ai compagni vuole puntare dritto all’iride.

Alex Merlim – 15/7/1986 – Sporting Lisbona (Portogallo): un altro pezzo da novanta. Laterale naturalizzato dal Brasile, ha scelto lo Sporting dopo quattro anni e due scudetti con la maglia della Luparense. Era già presente, nel 2012, ai Mondiali in Thailandia.

Juliao Murilo Ferreira – 10/3/1989 – Acqua&Sapone: difensore brasiliano, è stato portato in Italia nel 2007 dall’Acqua e Sapone e lì ancora gioca. Ha alzato una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana, senza dimenticare ovviamente il titolo di campione d’Europa 2014 con gol in finale alla Russia. Veste la maglia della Nazionale dal 2013.

Sergio Romano – 18/9/1987 – Acqua&Sapone: universale passato all’Acqua&Sapone, milita in Nazionale dal 2009 e ha all’attivo oltre 70 apparizioni. Dal 2011 gioca ad alti livelli in Serie A ed è tra i fedelissimi del ciclo Menichelli.

Clicca qui per seguirci su Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

michele.cassano@oasport.it

Foto: Divisione Calcio a Cinque / Pezzella

 

Lascia un commento

Top