Calcio a 5, Mondiali Colombia 2016: da Iran-Russia la prima finalista

Iran-calcio-a-5-mondiali-2016-foto-facebook-fifa-futsal-world-cup-2.jpg

Sarebbe dovuta essere la partita più attesa, la finale anticipata tra Brasile e Spagna che in ben quattro occasioni su sette (tre per i verdeoro, una per la Roja) è valsa il titolo iridato. Invece la prima semifinale dei Mondiali 2016 di calcio a 5 non vedrà in campo né la Seleçao né le Furie Rosse, entrambe sconfitte a sorpresa nella fase a eliminazione diretta del torneo colombiano. Che stanotte, alle 2 in Italia, promuoverà la prima squadra in grado di giocarsi la medaglia d’oro dal sorprendente match tra Iran e Russia.

Gli asiatici, quarti nel 1992 come miglior risultato di sempre, si sono qualificati agli ottavi come miglior terza dal gruppo F, lo stesso della Spagna, con un ko per 1-5 contro gli iberici all’esordio, un 5-3 sul Marocco nella seconda giornata e un pareggio per 3-3 nella sfida conclusiva contro l’Azerbaijan. Poi, da spacciati, hanno estromesso il Brasile bicampione in carica. Per di più in rimonta: da 0-2 e 1-3 al 4-4 dei tempi supplementari per poi trionfare ai rigori grazie all’errore fatale di Ari. Quindi il 4-3 sul Paraguay ancora dopo il 40′ e adesso ecco la Russia, che ora in molti vedono favorita, forti di un gruppo compatto e di un quintetto iniziale in cui tutti sanno segnare. La stella dell’Iran è Hassan Zadeh, autore di quattro gol e un assist finora.

La nazionale dell’est è stata invece terza nel 1996 e in due occasioni ha chiuso ai piedi del podio, nel 2000 e nel 2008. Dopo aver vinto in carrozza il girone B con nove punti su nove, 19 reti all’attivo e solo 6 al passivo, ha continuato il suo cammino perfetto spazzando via il Vietnam per 7-0 negli ottavi di finale e, soprattutto, prendendosi una memorabile rivincita sulla Spagna ai quarti. Dal 3-7 della finale degli Europei di febbraio, infatti, la Russia si è imposta per 6-2 grazie a due marcature a testa di Chishkala ed Eder Lima, il secondo capocannoniere del torneo tra i giocatori ancora in attività con sei centri (ma il portoghese Ricardinho guida con il doppio).

Da una parte la sorpresa più grande dei Mondiali, dall’altra l’unica squadra che ha sempre vinto nei tempi regolamentari. Continueranno i colpi di scena o il pronostico – che ovviamente pende dalla parte della Russia – sarà per una volta rispettato? Una cosa è certa: chi attendeva Spagna-Brasile non rimarrà comunque a secco di emozioni.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Facebook Fifa Futsal World Cup

Lascia un commento

Top