Calcio a 5, Mondiali Colombia 2016: chi sfida la Russia tra Argentina e Portogallo?

Ricardinho-portogallo-2-calcio-a-5-mondiali-2016-foto-facebook-fifa-futsal-world-cup.jpg

A inizio torneo erano considerate tre le big meno quotate per la vittoria finale. Davanti a loro, infatti, c’erano (più o meno nell’ordine) Brasile, Spagna, Italia e Russia. Invece solo quest’ultima è ancora in corsa e, dopo il tirato 4-3 sull’Iran di questa notte, attende proprio la vincente tra Argentina e Portogallo per la partita che metterà in palio la medaglia d’oro mondiale sabato sera alle 21.30 italiane. Seleccion o lusitani?

Il fischio d’inizio alle 19 colombiane, le 2 di notte orario CET. Sulla carta la gara si preannuncia ancor più equilibrata della prima semifinale, che comunque si è risolta solo a fil di sirena. Per questo prepariamoci a molte sorprese e, soprattutto, a colpi da sogno. Trovare una favorita è praticamente impossibile. Lasciamo dunque parlare i numeri: l’Argentina non è mai andata oltre il quarto posto del 2004 ma durante questa manifestazione ha confermato tutti i suoi recenti progressi. Il gruppo è solido e non a caso ha vinto l’ultima Copa America (2015) in cui il Brasile si è classificato addirittura solo terzo. Finora ha vinto tre volte nei 40′, una ai supplementari ed è stata bloccata sul 2-2 (con molti rischi) dal Costa Rica nel girone. Il 5-0 nei quarti contro l’Egitto killer dell’Italia, tuttavia, è un chiaro messaggio d’intenti.

Dall’altra parte c’è il Portogallo, guidato dalla stella che adesso, dopo il ko (con ritiro) di Falcao, brilla più di tutte. E’ ovviamente Ricardinho, capocannoniere dei Mondiali con 12 reti in cinque partite e numeri da maestro tra cui gol al volo di destro, acrobazie di tacco e, come contro l’Azerbaijan, anche di polpaccio. Un folletto dal baricentro non basso, di più, che sul parquet rende il calcio a 5 poesia pura. E che sembra essere definitivamente maturato anche psicologicamente per trascinare i compagni: quattro successi consecutivi nei tempi regolamentari dopo l’iniziale 1-1 con la Colombia sono il biglietto da visita dei lusitani, terzi nel 2000. Due outsider che sognano in grande: allacciate le cinture in vista di una partita show.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Facebook Fifa Futsal World Cup

Lascia un commento

Top