Basket, Supercoppa Italiana 2016: primo titolo per Milano! L’Olimpia domina la finale contro Avellino

basket-milano-vittoria-supercoppa-foto-origo.jpg

La prima volta in Supercoppa dell’Olimpia Milano. Pronostici rispettati anche in finale con l’EA7 che si impone 92-70 sulla Sidigas Avellino e pone finalmente il suo nome sull’albo d’oro della competizione. Una partita sempre in controllo della squadra di Jasmin Repesa, che tra secondo e terzo quarto ha allungato in maniera definitiva, chiudendo tutti i tentativi di rimonta da parte di Avellino, che vede sfumare la Supercoppa per la seconda volta nella sua storia.

Milano si dimostra una corazzata quasi imbattibile e che ha trovato questa sera in Krunoslav Simon il protagonista principale. Il croato chiude la sua partita con 25 punti e cinque triple a referto su sette tentativi. Buonissima anche la prova di due dei nuovi arrivati (era assente Raduljica per infortunio): Ricky Hickman mette a referto 15 punti, mentre Zoran Dragic è il terzo miglior marcatore con 11. Ad Avellino non bastano i 18 punti di Joe Ragland, ma fanno ben sperare per il futuro le prestazioni di Obasohan (12), Thomas e Randolph (entrambi 10).

Inizio sprint di Milano grazie a Krunoslav Simon e parziale di 7-0 per i Campioni d’Italia in carica. Avellino si scuote grazie ad Obasohan che riesce a tenere a contatto la Sidigas anche dopo il secondo allungo milanese firmato sempre dal croato e da Macvan. Ragland porta ancora sul -2 Avellino, ma con un’altra straordinaria magia Kruno Simon l’Olimpia chiude avanti 23-19 alla prima sirena.
Milano parte bene anche nella seconda frazione e tocca anche la doppia cifra di vantaggio sul 33-23. I ragazzi di Sacripanti, però, hanno ancora la forza di reagire e i liberi di Obasohan riportano gli irpini a -4 a cinque minuti dall’intervallo. L’Olimpia, però, ritrova un nuovo allungo con il solito Simon e con Hickman e tocca il +12, prima che un canestro di Cusin fissi il punteggio sul 44-34 in favore di Milano con cui si va negli spogliatoi.

La musica non cambia anche al rientro in campo. Milano continua a giocare molto bene e la premiata ditta Simon-Macvan firma un primo nuovo allungo. Un parziale di 7-0 condito dai liberi di Cinciarini e Pascolo e dalla tripla di Dragic fa toccare il +15 all’EA7 (54-39). Ragland prova a rispondere subito, ma dall’altra parte l’ennesima tripla di Simon rimette immediatamente a posto le cose per Milano, che prosegue a segnare ed entra negli ultimi dieci minuti con un sicuro vantaggio di sedici punti (67-51). L’ultimo quarto è pura accademia con l’Olimpia che deve solamente gestire ed arriva anche al +26 (88-62). Avellino rinuncia a combattere e si arrende alla forza di una squadra che non sembra davvero avere rivali in ambito italiano e che ha cominciato al meglio una stagione che deve portare risultati non solo in campionato ma anche e soprattutto in Eurolega

Questo il tabellino della partita

SIDIGAS AVELLINO – EMPORIO ARMANI MILANO 72-90 (19-23;15-21; 17-23; 21-23)

Avellino: Zerini 2, Ragland 18, Green 9, Strumia, Leunen 6, Cusin 3, Severini, Randolph 10, Obasohan 12, Fesenko 2, Thomas 10, Parlato

Milano: McLean 5, Fontecchio 2, Gentile 2, Hickman 15, Kalnietis 4, Dragic 11, Macvan 5, Pascolo 6, Cinciarini 6, Sanders 9, Cerella, Simon 25

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

foto di Valerio Origo

 

Lascia un commento

Top