Basket, Supercoppa Italiana 2016: il giorno delle semifinali. Apre Reggio Emilia-Avellino, chiude il derby Milano-Cremona

basket-green-avellino-fb-scandone-avellino.jpg

Reggio Emilia-Avellino e Milano-Cremona sono queste le due semifinali che aprono il weekend al Forum d’Assago dedicato alla Supercoppa Italiana.

La prima semifinale sarà una rivincita di quella dei Playoff della scorsa stagione, quando al termine di una serie molto bella e combattuta la Grissin Bon Reggio Emilia si impose in gara 7 contro la Sidigas Avellino. Una Reggio Emilia che ha perso i suoi senatori lituani Kaukenas e Lavrinovic, ma che è sempre più italiana con un quintetto titolare tutto di matrice azzurra, grazie anche al ritorno di Riccardo Cervi sotto canestro. Sarà una sfida affascinante sotto i tabelloni, perchè proprio il posto del 25enne reggiano ad Avellino è stato preso da Marco Cusin. Un duello tra compagni di nazionale e tra due giocatori che in maglia azzurra si sono spesso combattuti una magia, con “il Cuso” quasi sempre uscito vincitore. Avellino ha perso Nunnally, ma è rimasta un’importante base con Green, Ragland e Leunen.
Reggio Emilia difende il titolo conquistato nella passata stagione, mentre Avellino cerca di tornare a vincere un trofeo dopo quella storica Coppa Italia della stagione 2008/2009. Sarà anche uno scontro tra due formazioni che si presentano ai nastri di partenza tra le principali rivali dell’Olimpia Milano.

Emporio Armani che farà ufficialmente il suo esordio stagionale la sera nel derby lombardo contro la Vanoli Cremona. Uno scontro che si è tenuto qualche giorno fa nella finale del Trofeo Lombardia e che ha visto vincere in volata i Campioni d’Italia in carica, ma con qualche polemica di troppo sull’arbitraggio da parte di Cremona. Milano è uno squadrone, che in territorio italiano dovrebbe assolutamente dominare: dal mercato sono arrivati Raduljica, Hickman, Dragic, Pascolo e Abass, giocatori che hanno alzato ulteriormente il livello della formazione di Repesa, che ora punta a far bene anche in campo europeo. Curiosità per capire come reagirà in campo Alessandro Gentile, dopo che la società gli ha tolto la fascia di capitano per darla ad Andrea Cinciarini. Dall’altra parte ci sarà una Cremona senza troppe pressioni e che comunque ha cambiato moltissimo questa estate dopo lo storico quarto posto della scorsa stagione. Non c’è più l’asse italiano Vitali e Cusin e sono partiti anche Washington e McGee. Il punto fermo è in panchina ed è Cesare Pancotto, che punterà molto su Biligha sotto canestro, sul nuovo capitano Mian e sui due nuovi arrivati York ed Holloway. Milano ovviamente favorita, ma soprattutto ad inizio stagione le sorprese sono dietro l’angolo e Cremona davvero ha pochissimo da perdere contro la corazzata costretta subito a vincere e dominare.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

foto pagina FB Scandone Avellino

Lascia un commento

Top