Basket, Serie A 2016/2017: giovani azzurri in cerca di gloria. Le certezze sono Tonut e Flaccadori. Milano punta su Fontecchio e Abass

basket-stefano-tonut-venezia-fb-reyer-venezia.jpg

La stagione 2016/2017 della Serie A di basket sta per cominciare. Nonostante i risultati deludenti della nazionale italiana olimpica, però, il trend sulla presenza dei giovani azzurri è sempre negativo. Anche quest’anno la sensazione è che per i nostri giovani sia davvero difficile emergere in un campionato che vede davvero troppi stranieri. La speranza è quella che per alcuni di loro ci sia la possibilità di mostrare il loro talento e provare a ritagliarsi uno spazio importante nelle loro squadre.

L’Olimpia Milano è sicuramente la squadra da battere ed è una vera propria corazzata, ma la società milanese ha deciso comunque di puntare su alcuni dei giovani più interessanti del panorama italiano. Awudu Abass ha lasciato Cantù e la fascia di capitano per sposare il progetto dell’Emporio Armani. Lo stesso ha fatto anche Simone Fontecchio, reduce dalla brutta stagione con la maglia della Virtus Bologna. Loro due (ai quali si aggiunge il rientrante dal prestito Andrea La Torre) dovrebbero giocare molto di più in campionato, visto l’ampio roster per la lunghissima Eurolega che Milano dovrà affrontare. Il minutaggio sarà sicuramente ridotto rispetto alle passate stagioni, ma dovranno farsi trovare pronti quando Repesa avrà bisogno di loro e sicuramente sarà un anno di crescita in un top club come l’Olimpia.

Discorso completamente opposto per Stefano Tonut. Il classe 1993 è stata una delle sorprese nelle scelte di Ettore Messina per il Preolimpico. Purtroppo l’avventura in azzurro non è andata bene, ma certamente ha dato molta fiducia al nativo di Cantù, che sarà uno dei punti di riferimento della nuova ed ambiziosa Venezia. Un altro giocatore destinato alla definita esplosione e maturazione è certamente Diego Flaccadori: Trento ha deciso di puntare moltissimo sul giovane mancino e coach Boscaglia punta moltissimo su uno dei migliori talenti della pallacanestro italiana.

A Capo d’Orlando faranno grande affidamento anche su Tommaso Laquintana, classe 1995, che dopo una buona prima stagione deve riconfermarsi in una formazione che avrà come principale obiettivo la salvezza. Grande attenzione e fari puntati anche su Eric Lombardi in quel di Pistoia e Andrea Amato a Cremona, che partono dalla panchina con la speranza di prendere sempre più minuti e magari anche una maglia da titolare.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top