Atletica, Paralimpiadi Rio 2016: Usa e Gran Bretagna in grande spolvero

david-whitehead.jpg

La giornata di atletica paralimpica conclusasi all’Olympic Stadium di Rio de Janeiro ha premiato Usa e Gran Bretagna come nazionali leader nel programma dell’11 settembre.

In casa Stati Uniti, sono state tre le vittorie conquistate. Ha iniziato la serie Tatyana McFadden che nei 400 metri T54 si è imposta col tempo di 53″30 precedendo Cheri Madsen (54″50) e la cinese Zou Lihong (54″70). Gli altri due trionfi stelle e strisce riguardano la distanza dei 100 metri: nella categoria T47 delle donne, si è imposta Deja Young siglando 12″15 battendo la polacca Alicja Fiodorow (12″46) e la brasiliana Teresinha De Jesus Correia Santos (12″84). Nella categoria T11 maschile, David Brown con un grandioso 10″99, nuovo record paralimpico, si è messo alle spalle il padrone di casa Felipe Gomes (11″08) ed il namibiano Anasias Shikongo (11″11).

Venendo alla Gran Bretagna, nel cosiddetto “Women Club Throw”, è stata Joanna Butterfield, ottenendo una misura di 22.81 e ottenendo il nuovo primato mondiale nella specialità. La britannica ha preceduto l’ucraina Zola Ovsii (22.21) e Cassie Mitchell (21.84). La seconda firma d’autore degli atleti di Sua Maestà l’ha lasciata Richard Whitehead che, nei 200 metri T42 ha stampato un 23″39 sufficiente per conquistare la medaglia d’oro davanti al sudafricano Ntando Mahlangu (23″77) ed al connazionale David Henson (24″74), a suggello della grande prestazione di squadra.

RISULTATI COMPLETI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: profilo twitter Richard Whitehead

Lascia un commento

Top