Atletica, Paralimpiadi Rio 2016: quinto oro paralimpico per Hannah Cockroft, assegnati sette titoli

Atletica-Paralimpiadi-Hannah-Cockroft.jpg

Sette erano i titoli in palio questa sera ai Giochi Paralimpici di Rio 2016, in una sessione che non ha visto azzurri tra i protagonisti.

Nei 400 metri T11 femminli, la cinese Liu Cuiqing ha ottenuto la vittoria in 56″71, accompagnato dalla guida Xu Donglin. Secondo posto per la venezuelana Sol Rojas (57″64), bronzo per la brasiliana Terezinha Guilhermina.

La finale degli 800 metri T34 femminili ha visto il successo della britannica Hannah Cockroft, che ha chiuso in 2’00″62 davanti alla statunitense Alexa Halko (2’02″08) ed alla connazionale Kare Adenegan (2’02″47). Per la rappresentante della Union Jack si tratta del terzo titolo vinto a Rio 2016, il quinto in carriera dopo i due dell’edizione casalinga di Londra 2012.

Nei 1.500 metri T46 maschili, è stato l’algerino Samir Nouioua ad ottenere il primo posto in 3’49″46, unico in grado di scendere sotto il muro dei quattro minuti. Alle sue spalle troviamo l’ugandese David Emong (4’00″62), terzo l’australiano Michael Roger (4’01″34).

Primato paralimpico per il tedesco Sebastian Drietz, che con una misura di 14.86 metri si è aggiudicato la prova del getto del peso F36 maschile. Bravo l’ucraino Mykola Dibrova, che si prende l’argento con il primato personale (14.26 m), mentre il podio è completato dal cinese Li Cuiqing (14.02 m).

Nel lancio del disco F43/44 maschile, la vittoria è andata all’atteso statunitense David Blair, che ha anche realizzato il nuovo primato mondiale con 64.11 metri. Medaglia d’argento al rappresentante di Trinidad & Tobago, Akeem Stewart, che con 61.72 metri ha fatto segnare il primato paralimpico degli F43. Bronzo al britannico Dan Greaves (59.57 metri).

La gara del getto del peso per la categoria F33 femminile ha visto il successo della tunisina Asmahan Boudjadar, che con 5.72 metri ha battuto la qatariota Sara Hamdi Masoud (5.39 metri). Bronzo alla rappresentante degli Emirati Arabi Uniti, Sara Al Senaani, brava a realizzare il proprio primato personale con 5.09 metri.

L’ultima finale di oggi per l’atletica leggera era quella del salto in alto maschile per le classi T45-47. Ad imporsi è stato lo statunitense Roderick Townsend-Roberts, che ha stabilito un nuovo record paralimpico con 2.09 metri. Il cinese Chen Hongjie e l’australiano Aaron Chatman hanno ottenuto rispettivamente l’argento ed il bronzo, saltando entrambi 1.99 metri.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine:

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top