Atletica, Paralimpiadi Rio 2016: Marcel Hug si prende un altro oro, McFadden battuta. I risultati delle maratone

Atletica-Paralimpiaid-Marcel-Hug.jpg

Il programma dell’atletica leggera alle Paralimpiadi di Rio 2016 si è concluso quest’oggi con le cinque gare della maratona. L’attesa per i colori italiani era rivolta verso Alessandro Di Lello, campione mondiale 2013 e bronzo iridato lo scorso anno, che era anche l’unico atleta azzurro iscritto tra le cinque classi: un forfait dell’ultimo minuto ha però privato l’Italia della conquista di una nuova medaglia.

Il marocchino El Amin Chentoufi si è aggiudicato la maratona della classe T12-12, la prima a raggiungere il traguardo finale, chiudendo la prova in 2h32’17”. Secondo posto per lo spagnolo Alberto Suárez Laso (2h33’11”), terzo per il giapponese Masahiro Okamura (2’33″59).

Il cinese Li Chaoyan ha vinto la prova della classe T45-46, quella che avrebbe dovuto vedere in gara Di Lello, in 2h33’35”, precedendo il primatista mondiale e campione iridato della prova, lo spagnolo Abderrahman Ait Khamouch (2h37’01”), ed il portoghese Manuel Mendes (2h49h57″).

La gara della classe T11-12 femminile, invece, ha finalmente regalato il successo alla Spagna, con la vittoria di Elena Congost, che ha stabilito un nuovo primato personale completando la prova in 3h01’43”. Medaglia d’argento alla giapponese Misato Michishita (3h06’52), mentre il pubblico carioca ha potuto festeggiare la terza posizione della brasiliana Edneusa De Jesus Santos Dorta (3h18’38”).

Dopo il titolo in pista sugli 800 metri,  Marcel Hug si è imposto anche nella maratona della classe T52-53-54 maschile. Lo svizzero ha chiuso in 1h26’16”, ottenendo la sua ottava medaglia paralimpica in carriera, la quarta a Rio 2016, e precedendo di un solo secondo l’australiano Kurt Fearnely. Molto più staccati tutti gli altri, con la medaglia di bronzo che è andata al collo del sudcoreano Kim Gyu-Dae (1h30’08”).

A concludere il programma è stata la maratona femminile della classi T52-53-54, che è terminata con un emozionante finale: medaglia d’oro alla cinese Zou Lihong, che in 1h38’44” ha realizzato un nuovo primato paralimpico. L’asiatica ha battuto al fotofinish la fuoriclasse statunitense Tatyana McFadden, accreditata dello stesso crono, e l’altra atleta a stelle e strisce Amanda McGrory, rispettivamente seconda e terza.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top