Arrampicata Sportiva, Mondiali 2016 – Moroni in semifinale nel boulder, out le donne nel lead: prima tappa verso le Olimpiadi

Gabriele-Moroni.jpg

A Parigi (Francia) sono iniziati i Mondiali 2016 di arrampicata sportiva, disciplina da pochi mesi entrata nel programma a cinque cerchi e che debutterà alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

L’attenzione su questo meraviglioso sport inizia a farsi importante, tra quattro anni assegnerà medaglie davvero pesanti.

 

Avvio affidato alla specialità boulder per gli uomini. L’Italia sorride grazie all’ottimo Gabriele Moroni che si è qualificato alle semifinali (in programma venerdì 16 settembre) con il 13esimo posto complessivo (settimo nel suo gruppo) nel turno di qualificazione. Il 28enne di Novara, veterano del circuito e più volte presente alle varie tappe di Coppa del Mondo, ha ottenuto 4t8 5b9.

L’altro azzurro Michael Piccolruaz è invece rimasto fuori per un soffio: 11esimo nel suo gruppo (21esimo complessivo), solo i migliori 10 passavano il turno. Il 20enne di Santa Cristina, secondo in una tappa di Coppa del Mondo ad aprile, si è fermato a 3t7 4b10.

Per i nostri colori erano presenti anche Alessandro Palma (23esimo, 3t7 4b11), Riccardo Piazza (53esimo, 2t7 2b5) e Stefan Scarperi (61esimo, 2t11 4b16).

 

Oggi si sono disputate anche le qualificazioni della specialità lead riservata alle donne. Andrea Ebner non è riuscita a passare il turno, finendo al 15esimo posto nel suo gruppo (solo le migliori 13 accedevano alle semifinali). Con 14.97 la 20enne di Bressanone si è dovuta arrendere.

Le altre azzurre in gara erano Claudia Ghisolfi (sorella di Stefano, uno dei favoriti nel lead, che ha concluso 21esima nel suo gruppo e al 41esimo posto complessivo con 21.71) e Asja Gollo (16esima nel suo gruppo e 31esima complessiva con 16.91).

 

(foto The Circuit World Cup and Performance Climbing Magazine dal profilo facebook di Gabriele Moroni)

Lascia un commento

Top