Vuelta a España 2016: tappa e maglia per De la Cruz, Moser terzo

Moreno-Moser-Valerio-Origo.jpg

Ancora una volta è la fuga a giocarsi la vittoria alla Vuelta a España 2016. A trionfare nella nona tappa partita da Cistierna e giunta ad Oviedo/Alto del Naranco dopo 164 chilometri è lo spagnolo David De la Cruz (Etixx Quick Step) abilissimo a sfruttare le sue doti di scalatore, anticipando tutti i rivali all’attacco insieme a lui. Doppia gioia per il corridore iberico: il vantaggio conquistato in questa frazione gli è servito anche per conquistare la maglia rossa, strappata a Nairo Quintana.

Pronti, via e subito la consueta fuga corposa. Questa volta dodici i fuggitivi all’attacco: Dylan Teuns (BMC), Luis Leon Sanchez (Astana), Alexandre Geniez (FDJ), Jan Bakelants (AG2R – La Mondiale), Thomas De Gendt (Lotto – Soudal), David De La Cruz (Etixx – Quick Step), Moreno Moser e Simon Clarke (Cannondale – Drapac), Mathias Frank e Dries Devenyns (IAM Cycling), Bartosz Huzarski (Bora-Argon18) e Pello Bilbao (Caja Rural – Seguros RGA). La Movistar ha tenuto un passo regolare in gruppo, lasciando spazio agli attaccanti, che sono arrivati ad avere anche oltre i 5′ di vantaggio.

Gli attaccanti si sono giocati il successo parziale faccia a faccia, provando più volte a sorprendere i rivali nelle varie ascese che si sono presentate sotto le loro biciclette sul finale. Uno scatenato Devenyns ha provato più volte ad andar via e, dopo esser scattato con il connazionale Bakelants, è riuscito a guadagnare una ventina di secondi con De la Cruz. Lo spagnolo, sfruttando anche un leggero problema al cambio del suo compagno all’attacco, lo ha staccato negli ultimi 500 metri andando a trionfare a braccia alzate. Secondo posto per un eccellente Devenyns, terzo un buon Moreno Moser, che ha perso l’attimo giusto per puntare al successo.

Nessun movimento invece per il gruppo, che ha gestito la situazione senza forzare troppo l’andatura. Ci saranno altre occasioni per attaccare. La Movistar non si è preoccupata del rischio di perdere la maglia di leader della classifica generale.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Valerio Origo

Lascia un commento

Top