Vuelta a España 2016, le pagelle: tappa e maglia per De La Cruz, ma lo spettacolo?

david-de-la-cruz-FB-Vuelta-a-España--e1472406101922.jpg

Fuga vincente nella nona tappa della Vuelta a España 2016, che ha visto cambiare anche la leadership della classifica generale. Le pagelle:

DE LA CRUZ David, voto 9: tra i più forti in fuga, come testimoniato anche dalla sua buona posizione in classifica, sfrutta al meglio l’occasione ottenendo il bottino pieno. Vittoria parziale e maglia di leader della classifica generale sfilata a Nairo Quintana.

DEVENYNS Dries, voto 7,5: si fa fregare nei chilometri finali sbagliando anche rapporto nel momento dell’attacco di De La Cruz e perdendo quei metri che poi non è più riuscito a colmare. In ogni caso, probabilmente non sarebbe riuscito a rispondere.

MOSER Moreno voto 7,5: sbaglia il momento per attaccare, ma nel finale esce dal gruppetto degli inseguitori con una buonissima gamba arrivando a pochi secondi da Devenyns. Con una condotta di gara più accorta si sarebbe probabilmente giocato la vittoria di tappa con De La Cruz. Da qui a Madrid potrebbe avere altre occasioni, dovrà sfruttarle nel migliore dei modi.

BRAMBILLA Gianluca, voto 6,5: il migliore nel gruppetto dei big. Poca cosa considerando gli undici attaccanti davanti a lui ma ancora una volta dimostra che la condizione pare simile a quella del Giro. Potrebbe giocarsi il successo di tappa.

Vuelta a España, voto 4: per ora. Lo spettacolo è completamente mancato salvo rari casi nei chilometri finali, preceduti però da lunghissime frazioni di trasferimento e senza particolari spunti con il gruppo che ha quasi sempre concesso alla fuga di arrivare al traguardo. Anche oggi, in una frazione con diverse salite, i big hanno preferito attendere gli ultimi 500 metri prima di attaccare. In attesa di un pronto riscatto, magari già domani.

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Foto: Pagina Facebook Vuelta a España

Lascia un commento

Top