Volley, Olimpiadi Rio 2016 – Italia, le parole degli azzurri prima della semifinale. Zaytsev: “Ndo cojo cojo”. Giannelli: “Vogliamo la finale”

Italia-volley-Brasile-Rio-2016.jpg

Gli azzurri sono carichi alla vigilia della semifinale contro gli azzurri. L’Italia è in piena lotta per le medaglie alle Olimpiadi di Rio 2016 e questo pomeriggio affronterà gli USA (ore 18.00) per un posto al sole. Di seguito le dichiarazioni dei giocatori a poche ore dall’inizio del match che deciderà per quale metallo lotteremo domenica pomeriggio.

 

IVAN ZAYTSEV alla Gazzetta dello Sport: “Gli USA stanno crescendo, è una semifinale olimpica, vale tutto: ndo cojo cojo. Mia moglie sta arrivando per la partita. Hanno una mentalità vincente e saranno pronti per combattere contro chiunque. I risultati degli ultimi mesi parlano in nostro favore ma non contano. Quattro anni fa eravamo arrivati con l’acqua alla gola, questa volta no ma è sempre una semifinale. Tutti vogliamo giocarla al 300%, siamo qui per questo”.

 

CHICCO BLENGINI a Federvolley: “Quella statunitense è una squadra di grandissima qualità, che ha saputo gestire molto bene l’inizio complicato. Con serenità e calma hanno affrontato le difficoltà. Hanno perso le prime due partite contro Brasile e Francia, ma sono stati bravi e sono cresciuti nel livello di gioco. La loro condizione mentale è cambiata notevolmente perché sono passati dall’essere in fase down, all’essere ben dentro il torneo e con una notevole convinzione. Probabilmente in questo momento hanno poca pressione addosso, ma noi sapevamo che sono una squadra di grandissimo valore. Sono una squadra di fuoriclasse e per di più in crescita. Questo li rende ancora più temibili, non sarà semplice“.

SIMONE GIANNELLI a Federvolley: “Contro l’Iran abbiamo fatto una partita bellissima contro una squadra molto forte. Siamo partiti con un po’ di tensione perché avendo i favori del pronostico avevamo tutto da perdere. Sono rimasto tranquillo e lucido per tutto il match. Io devo sempre ringraziare i miei compagni che mi aiutano molto in campo. Quando hai vicino gente come Bira, Ivan e tutti gli altri è più semplice giocare. Questo è un bel gruppo, un grande gruppo.
Sono contento che durante la gara siamo anche riusciti a fare un po’ di spettacolo con dei bei colpi.Gli Stati Uniti nel girone li abbiamo battuti, ma quella di domani sarà un’altra partita. loro sono cresciuti e rispetto alle prime gare hanno una marcia in più. Dopo di noi non hanno più perso ed hanno vinto contro squadre forti, giocando al loro livello che sappiamo è molto alto. Loro sono venuti qui per vincere la medaglia d’oro.
Sin da quando siamo qui a Rio vado ripetendo che stiamo giocando le Olimpiadi, vengono ogni quattro anni, quindi non puoi sapere cosa ti riserva il futuro. Venerdì andiamo in campo per “fare” una semifinale, abbiamo l’occasione di divertirci tutti insieme e di prendere la  finale. O al meno ci proviamo“.

Lascia un commento

Top