Volley maschile, Olimpiadi Rio 2016 – Italia, il primo posto è più vicino: i possibili incroci per i quarti di finale

Osmany-Juantorena-Rio-2016.jpg

L’Italia inizia a intravedere il primo posto nel girone eliminatorio delle Olimpiadi di Rio 2016. La sconfitta del Brasile contro gli USA ha avvicinato gli azzurri verso la conquista della Pool A, un risultato che garantirebbe un quarto di finale sulla carta agevole (verosimilmente contro l’Iran, a meno che i persiani non battano la Russia).

I ragazzi di Blengini, dopo le schiaccianti vittorie su USA e Brasile, nella notte si sono sbarazzati del Messico con estrema disinvoltura e ora sono in testa alla classifica del raggruppamento, con 3 vittorie, 9 punti, 9 set vinti e 1 solo perso (il secondo contro gli States). È un record eccezionale che permette alla nostra Nazionale di volley maschile di guardare con ottimismo alle ultime due partite della fase preliminare che si giocheremo contro il Brasile (domenica 14 agosto, ore 03.35 italiane) e contro il Canada (martedì 16 agosto, ore 01.30 italiane).

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE CLASSIFICHE DETTAGLIATE

 

Il match contro i verdeoro, nel leggendario Maracanazinho dove abbiamo vinto i Mondiali nel 1990, avrà grande fascino: vincere quell’incontro, oltre a garantirci il primato nel girone, ci caricherebbe in modo esagerato e aumenterebbe a dismisura le quotazioni dell’Italia che in quel caso avrebbe avuto la meglio in tutti i big match del girone di ferro!

Perdere quella partita generebbe sì qualche sconforto all’interno del gruppo e farebbe crollare alcune certezze maturate nel corso di questa settimana a Rio ma terrebbe il nostro sestetto pienamente in corsa per il primo posto. Basterebbe infatti battere nettamente il Canada per 3-0 per mettere in tasca il risultato finale. Per rendere sufficiente il successo largo sui nordamericani dovremo o vincere almeno un set contro il Brasile o sperare che la Francia perda almeno un parziale nelle sfide contro Brasile e USA. Insomma, possiamo concretamente sperarci.

È proprio questo incrocio di risultati che ci rende ulteriormente ottimisti, soprattutto dopo aver visto come hanno giocato i nostri ragazzi nelle ultime tre uscite: grande convinzione nei propri mezzi, caparbietà, precisione, continuità, ottima resa in tutti i fondamentali.

Sia chiaro: vincere il girone non garantisce nulla, anzi. Ai quarti di finale si riparte da zero e la storia è piena di squadre che hanno dominato il proprio raggruppamento e poi si sono sciolte nella fase ad eliminazione diretta (nel 2012 un’Italia deludente concluse al quarto posto ed eliminò poi gli USA, Campioni Olimpici e trionfatori dell’altra Pool, giusto per citare l’ultimo episodio).

 

Se l’Italia dovesse invece arrivare seconda o terza conoscerebbe la propria avversaria dei quarti di finale tramite un sorteggio tra la seconda e la terza della Pool B: saranno due tra Polonia, Russia e Argentina, con i Campioni del Mondo lanciati però verso la prima posizione.

Ricordiamo che saranno sempre i sorteggi a decretare gli accoppiamenti delle semifinali. Al momento l’unica cosa certa è che, vincendo il girone, l’Italia eviterebbe fino a un’eventuale finale la vincitrice della Pool B.

 

stefano.villa@oasport.it

Lascia un commento

Top